LA MIA SETTIMANA

La mia settimana #155

La mia settimana #155 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Siamo giunti al termine di un’altra settimana parlamentare.

Nella seduta di martedì, dopo la conferenza dei capigruppo che ha organizzato i lavori d’Aula di questa e della prossima settimana, è proseguita la discussione generale sul disegno di legge “Zan”. Lega, Fratelli d’Italia e Italia Viva hanno presentato oltre 1000 emendamenti dimostrando di volere ostacolare l’approvazione del disegno di legge, almeno nel testo licenziato dalla Camera dei Deputati. Apportare modifiche adesso, al netto delle ideologie, significherebbe rimandare il provvedimento alla Camera e quindi allungare i tempi e porre a rischio la sua definitiva approvazione.

Nella giornata di mercoledì abbiamo avviato l’esame del disegno di legge di conversione del decreto Sostegni-bis, concluso poi con il voto finale nella giornata di giovedì. Un provvedimento che si pone in linea di continuità con quanto fatto dal Governo Conte sin dall’inizio della pandemia, sostenendo imprese, lavoratori e i settori più colpiti dalla crisi. Durante la prima lettura alla Camera dei Deputati, sono passati diversi emendamenti del MoVimento 5 Stelle che hanno migliorato il testo iniziale del provvedimento. In particolare, abbiamo previsto 1000 nuove assunzioni per rafforzare l’organico delle forze di polizia, ottenuto ulteriori 160 milio di euro per aiutare i comuni in deficit strutturale, incrementato il fondo per prevenire e combattere l’usura, e previsto ulteriori risorse per sostenere bed & breakfast, agenzie di viaggio, bus di linea e turistici.

In Commissione Affari costituzionali è proseguito l’esame del decreto sul reclutamento nella pubblica amministrazione che prevede un piano straordinario di assunzioni e un migliore assetto organizzativo delle strutture amministrative centrali per garantire una rapida ed efficace attuazione del PNRR.

Una buona notizia appresa questa settimana per la quale avevo chiesto al Ministero di accelerare, riguarda tutti gli appassionati e i possessori di auto d’epoca che potranno recuperare le targhe originali dei loro veicoli. Entro settembre dovrebbe arrivare il decreto attuativo della norma inserita in Legge di Bilancio che frutterà anche tra i 2 e i 5 milioni di euro per le casse dello Stato.

Questa settimana è stato anche pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto ministeriale che assegna 350 milioni di euro per favorire il riammodernamento dei ponti e dei viadotti di tutta Italia. Alla Sicilia andranno quasi 29 milioni di euro!

Venerdì ho avuto un primo importante riscontro dal Ministero della Salute sulla problematica che avevo evidenziato qualche mese fa riguardante la chiusura dell’ambulatorio per i lavoratori marittimi di Trapani. Proseguono i lavori nella nuova sede che continueremo a monitorare congiuntamente al Ministero per restituire ai cittadini questo fondamentale presidio.

Riorganizzazione del MoVimento 5 Stelle: l’attesa è finita! La prossima settimana, e precisamente il 2 e 3 agosto, tutti gli iscritti potranno esprimersi sulla nuova proposta di Statuto elaborata da Giuseppe Conte e Beppe Grillo. Come potete vedere, il nuovo statuto contiene anche la nostra nuova Carta dei principi e dei Valori. Tra questi ci sono le nostre 5 stelle (beni comuni, ecologia integrale, giustizia sociale, innovazione tecnologica, economia eco-sociale di mercato), il rispetto della persona, la pace, la democrazia diretta, la politica intesa come servizio, l’etica pubblica, il rispetto della legalità, la trasparenza e la semplificazione, la cittadinanza attiva, il diritto alla salute, all’istruzione, al lavoro e la cura delle parole.

La mia settimana #154

La mia settimana #154 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si chiude oggi un’altra settimana parlamentare.

Proprio domenica scorsa è arrivata la notizia che tutti aspettavamo dell’accordo tra Giuseppe Conte e Beppe Grillo. I giornali come sempre hanno scritto e detto di tutto, ma alla fine non nutrivamo dubbi sul fatto che a prevalere fosse l’intelligenza e il grande amore di Beppe e di Giuseppe per il MoVimento. Un grande ringraziamento va ai sette mediatori per avere lavorato incessantemente al fine di raggiungere questo grande risultato per il MoVimento 5 Stelle e per l’intero Paese. Questa settimana sono stati definiti gli ultimi dettagli e ieri pomeriggio Giuseppe Conte ha presentato il nuovo progetto di rinnovamento del MoVimento 5 Stelle.

I lavori d’aula questa settimana sono stati dedicati all’esame del disegno di legge “Zan” che contiene importanti misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità. Abbiamo assistito al tentativo del centrodestra e di Italia Viva di cambiare radicalmente questa legge, con il rischio di depotenziarla o addirittura escludere da questa tutela migliaia di persone che continuerebbero ad essere vittima di ingiuste discriminazioni.

In Commissione Affari costituzionali è proseguito l’esame del decreto sul reclutamento nella pubblica amministrazione che prevede un piano straordinario di assunzioni e un migliore assetto organizzativo delle strutture amministrative centrali per garantire una rapida ed efficace attuazione del PNRR.

Questa settimana sono arrivate alcune importanti notizie. La prima riguarda l’approvazione del decreto attuativo della norma fortemente voluta dal MoVimento 5 Stelle che prevede l’avvio della sperimentazione del voto elettronico a distanza. Si tratta del primo passo di un percorso volto a migliorare gli istituti di partecipazione e di democrazia diretta.

Nella giornata di giovedì è arrivata la conferma del definitivo via libera dell’UE sul PNRR. Ciò vuol dire che diventano ufficiali le proroghe sul Superbonus 110%. Si tratta di un’ottima notizia che dà maggiore sicurezza a cittadini e imprese. I numeri della misura continuano a sorprendere: i dati rilevati da Enea hanno rilevato ben 3,5 miliardi di lavori già certificati e oltre 24mila cantieri aperti. Addirittura la curva delle adesioni è raddoppiata da maggio a giugno. Abbiamo già apportato importanti semplificazioni, ma adesso occorre procedere alla proroga almeno fino a tutto il 2023 per consentire alla misura di esprimere tutte le sue potenzialità.

In Commissione Ambiente in Senato è stata approvata la legge “Salva Mare”. Un provvedimento che porta la firma dell’ex Ministro Sergio Costa e del MoVimento 5 Stelle, che consentirà ai pescatori di portare a terra plastica e altri rifiuti pescati in mare. Gli stessi verranno collocati in appositi impianti di raccolta temporanei presso i porti per poi essere smaltiti. Nei prossimi giorni chiederemo l’immediata calendarizzazione in Aula di questa importante proposta di legge che auspico venga approvata in tempi brevi da entrambi i rami del Parlamento.

La mia settimana #153

La mia settimana #153 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

È stata una settimana molto impegnativa con tanti importanti provvedimenti approvati.

Nel pomeriggio di martedì in aula abbiamo votato il calendario per le prossime settimane inserendo anche il dibattito sul disegno di legge Zan, la legge contro l’omotransfobia tanto osteggiata dalla Lega e adesso anche da Italia Viva. Vedremo la prossima settimana chi avrà il coraggio di schierarsi contro le discriminazioni di genere e sull’orientamento sessuale.

Mercoledì abbiamo approvato in aula il decreto legge sull’assegno unico familiare. Il provvedimento disciplina l’entrata in vigore di questa importantissima misura fortemente voluta dal MoVimento 5 Stelle per sostenere le famiglie con figli a carico. Sono anche i numeri delle domande pervenute in soli pochi giorni a confermarne l’efficacia e la necessità. Il M5S continua ad essere al fianco delle famiglie e di tutti i cittadini ancor di più nel momento di grande difficoltà che sta attraversando il Paese. Qui un approfondimento sull’assegno unico.

Giovedì in aula abbiamo approvato in via definitiva la riforma costituzionale per consentire ai 18enni di votare anche per il Senato della Repubblica. Pensate che fino ad oggi più di 4 milioni di ragazzi con un’età compresa tra 18 e 25 anni, in occasioni delle elezioni politiche, potevano esprimere il proprio voto solo per la Camera dei Deputati. Sono entusiasta del fatto che si sia giunti alla conclusione di questo lungo iter legislativo ed è motivo di orgoglio per me averlo seguito nel corso della prima deliberazione in qualità di Sottosegretario per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta del primo Governo Conte. I giovani non sono soltanto il nostro futuro, ma anche il nostro presente!

In Commissione Affari costituzionali abbiamo proseguito l’esame del disegno di legge di conversione del decreto legge sul reclutamento nella pubblica amministrazione all’interno del quale confluirà anche il decreto sul rafforzamento del Ministero della Transizione ecologica. Entrambi i decreti prevedono assunzioni straordinarie e una migliore organizzazione delle strutture amministrative centrali per garantire una rapida ed efficace attuazione del PNRR.

In Commissione Infanzia abbiamo approvato la relazione sulle problematiche connesse alla circoncisione rituale minorile. Un lavoro che ha impegnato la Commissione per diversi mesi su un tema di assoluta rilevanza e che ha consentito di approfondire la reale dimensione del fenomeno in Italia e dei rischi connessi ai casi ancora troppo diffusi in cui tale pratica viene eseguita clandestinamente.

Nel corso della settimana è pervenuta l’importante notizia della ripartenza dei lavori della linea ferroviaria Palermo-Trapani via Milo. Con la conclusione della Conferenza di servizi che permetterà di procedere con l’affidamento dei lavori già nel prossimo autunno. Un’infrastruttura fondamentale per il nostro territorio sbloccata grazie ai provvedimenti messi in campo dal MoVimento 5 Stelle che contiamo di restituire prima possibile ai cittadini che siciliani.

La mia settimana #152

La mia settimana #152 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si chiude oggi una settimana molto complessa. Come sapete, il MoVimento 5 Stelle sta attraversando un momento di difficoltà.

In questi anni abbiamo sempre lottato senza mai risparmiarci per il MoVimento e per cambiare l’Italia. L’esperienza di Governo, però, ci ha fatto riflettere sulla nostra organizzazione interna, che palesava diversi limiti. Da qui l’esigenza di compiere un radicale rinnovamento che potesse trasformare il Movimento 5 Stelle in una forza politica moderna, efficiente e in grado di recepire al meglio le istanze dei territori.

Abbiamo chiesto che il progetto di statuto elaborato da Giuseppe Conte venisse reso pubblico affinchè noi portavoce e tutti gli attivisti potessero esprimersi a riguardo. Ma soprattutto abbiamo chiesto una mediazione sulle divergenze emerse, perché il Paese ha bisogno di un MoVimento 5 Stelle unito.

Accogliendo queste richieste, è stato individuato un comitato di sette persone (Vito Crimi, Davide Crippa, Ettore Licheri, Tiziana Beghin, Stefano Patuanelli, Roberto Fico, Luigi Di Maio) che dovrà occuparsi delle modifiche più opportune da apportare alle nostre norme interne che siano in linea con i principi e i valori della nostra comunità.

Deve essere chiaro che da parte nostra nulla è cambiato: i nostri propositi restano gli stessi che da sempre ci hanno animato. Uniti abbiamo raggiunto incredibili risultati, ma l’Italia ha ancora bisogno della nostra capacità innovatrice. Non possiamo fermare questo processo, sarebbe un torto non a noi stessi, ma al Paese e a tutti i cittadini.

La settimana parlamentare è stata dedicata ai lavori delle Commissioni. In Commissione Affari costituzionali abbiamo proseguito l’esame del disegno di legge di conversione del decreto legge sul reclutamento nella pubblica amministrazione. Le risorse umane rappresentano le gambe sulle quali dovrà correre veloce l’attuazione del PNRR. A tal fine, questo decreto prevede un programma straordinario di assunzioni nella pubblica amministrazione che dovrà avvenire secondo procedure semplificate basate sul merito. Insieme ai colleghi della 1° e 2° commissione stiamo studiando il testo per cercare di apportare dei miglioramenti nel corso di questo primo passaggio parlamentare.

In commissione abbiamo anche fornito parere non ostativo sul disegno di legge contenente disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea (Legge europea 2019-2020) e votato il documento conclusivo dell’indagine conoscitiva sul fenomeno della prostituzione che potrà costituire un ottimo elemento per favorire un’iniziativa legislativa condivisa che metta da parte le ideologie su un tema così delicato che riguarda diritti umani fondamentali.

La prossima sarà una settimana parlamentare molto importante perché in Aula voteremo il disegno di legge costituzionale per consentire il voto dei diciottenni anche in Senato. Finalmente elimineremo questa ingiustificata differenza nel diritto di elettorato attivo tra entrambe le Camere.

Voteremo anche il disegno di legge di conversione del decreto sull’assegno unico familiare, la misura che abbiamo fortemente voluto, ufficialmente partita da giovedì 1° luglio, che costituirà un importante sostegno per centinaia di migliaia di famiglie. Pensate che solo nel primo giorno sono state presentate oltre 30mila domande!

La mia settimana #151

La mia settimana #151 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Termina oggi un’altra settimana parlamentare.

Questa settimana è arrivato il via libera da parte della Commissione UE al PNRR, il piano italiano di investimenti per circa 220 miliardi di euro. È bene ricordare che se oggi abbiamo la grande opportunità di spendere queste risorse è grazie al MoVimento 5 Stelle e a Giuseppe Conte che ha strenuamente portato avanti una battaglia per creare un’Europa più solidale ai bisogni dei propri popoli. Già nei prossimi giorni arriverà in Italia la prima tranche di finanziamento da 25 miliardi di euro!

Nella giornata di martedì in Aula abbiamo approvato il disegno di legge che prevede una totale digitalizzazione delle procedure pre-elettorali, come il deposito del contrassegno, l’indicazione dei rappresentanti di lista o la trasmissione dei certificati di iscrizione alle liste elettorali e dei certificati rilasciati dai casellari giudiziali. Quest’ultima modifica, in particolare, segna l’esportazione del “modello 5 stelle“: adesso i partiti non avranno più scuse e dovranno presentare il certificato penale prima delle elezioni. Pensate che tutti questi documenti finora si dovevano presentare ancora in forma cartacea, noi invece proponiamo che si possano trasmettere in formato digitale senza spreco di carta e tempo.

La seduta di martedì è poi proseguita con la discussione del documento volto a istituire una Commissione parlamentare di inchiesta sul settore del gioco pubblico in Italia e sul contrasto del gioco illegale.

Mercoledì pomeriggio, sempre in Aula, si sono svolte le comunicazioni del Presidente del Consiglio in vista del Consiglio europeo di giovedì e venerdì che si è occupato del coordinamento dell’Unione europea nel contrasto al Covid-19, della ripresa economica europea, del tema delle migrazioni, e della situazione delle relazioni con Russia e Turchia.

Giovedì mattina, in Aula si è tenuta l’informativa del Ministro della Difesa sul ritiro delle truppe italiane dall’Afghanistan iniziato dallo scorso maggio. Ci siamo sempre battuti per raggiungere questo obiettivo per il quale ringrazio anche il Ministro Luigi Di Maio che sta coordinando il progressivo rientro dei nostri militari che si concluderà nel mese di settembre prossimo.

Mercoledì e giovedì sono state giornate molto impegnative. Tra lavori d’Aula e di Commissione abbiamo incontrato Giuseppe Conte e Beppe Grillo. Non abbiamo dubbi sul fatto che il nuovo MoVimento 5 Stelle ha bisogno di entrambi. Non possiamo fare a meno della immensa visione di Beppe, né delle grandi capacità di mediazione di Giuseppe. Entrambe le loro anime possono costituire una grandissima ricchezza per il nuovo MoVimento.

In Commissione Affari costituzionali abbiamo trattato diversi importanti provvedimenti. Tra questi il disegno di legge costituzionale per estendere il diritto di elettorato attivo ai 18enni anche in Senato che è arrivato alla quarta ed ultima lettura prevista dall’articolo 138 della Costituzione, prima della definitiva approvazione.

Sempre in Commissione è proseguito l’esame del disegno di legge di conversione del decreto legge sul reclutamento nella pubblica amministrazione. Si tratta del decreto adottato dal Governo per velocizzare le assunzioni in vista dell’attuazione del PNRR. Abbiamo anche espresso parere non ostativo sul disegno di legge che introduce alcune modifiche normative in materia di tutela degli animali che si trova all’esame della Commissione Giustizia.

Questa settimana ho anche sottoposto al Ministero della Salute la grave situazione generata dalla chiusura dell’Ambulatorio SASN di Trapani ormai dallo scorso marzo che comporta per i lavoratori marittimi l’onere di recarsi fino a Mazara per farsi visitare.

La mia settimana #150

La mia settimana #150 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si chiude oggi un’altra settimana parlamentare.

In Aula nelle giornate di martedì e mercoledì abbiamo definitivamente convertito in legge il “decreto riaperture“, il provvedimento che ha disposto il progressivo allentamento delle misure restrittive a partire dal mese di maggio scorso.

Mercoledì abbiamo avviato l’esame del disegno di legge che prevede una totale digitalizzazione delle procedure pre-elettorali, come il deposito del contrassegno, l’indicazione dei rappresentanti di lista o la trasmissione dei certificati di iscrizione alle liste elettorali e dei certificati rilasciati dai casellari giudiziali. Pensate che tutti questi documenti finora si dovevano presentare ancora in forma cartacea, noi invece proponiamo che si possano trasmettere in formato digitale senza spreco di carta e tempo.

Giovedì abbiamo approvato in prima lettura in Aula il decreto legge sul fondo complementare al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Un provvedimento che stanzia ulteriori 30 miliardi di euro – in aggiunta alle risorse previste nel Piano – per finanziare tutte quegli interventi che per loro natura non potevano rientrare all’intero del Recovery Fund. Sono previste importanti risorse destinate al Superbonus 110%, al piano Transizione 4.0 e per finanziare numerosi interventi infrastrutturali nel nostro Paese!

In Commissione Affari costituzionali, oltre a concludere il lavoro preparatorio per l’aula sul disegno di legge sulle semplificazioni in materia elettorale, abbiamo avviato l’esame del decreto legge che ha previsto un piano straordinario di assunzioni volte a garantire la piena attuazione del PNRR e in particolare nel settore della giustizia dove 16.500 unità di addetti all’Ufficio per il processo e 5.410 unità a supporto del Ministero della Giustizia.

Questa settimana ho depositato un disegno di legge per attenuare la responsabilità colposa dei sindaci a fronte di eventi assolutamente imprevedibili. Il caso della sindaca di Crema è solo l’ultimo in ordine temporale, ma ricorderete della condanna per omicidio colposo inflitta in primo grado alla nostra Chiara Appendino per il solo fatto di avere autorizzato la proiezione di una partita in piazza con il maxischermo. Come poteva la stessa prevedere che dei criminali (infatti condannati per omicidio preterintenzionale) nel corso dell’evento potessero generare il panico in piazza utilizzando dello spray urticante e provocando la tragica morte di due donne e diversi feriti? Ho ritenuto necessario questo intervento normativo per scongiurare il rischio che la paura di incorrere in assurde responsabilità possa paralizzare il libero esercizio dell’attività amministrativa.

Un’altra ottima notizia arriva dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile che questa settimana ha trasmesso l’elenco di 44 infrastrutture stradali, ferroviarie e di edilizia statale che verranno sbloccate con la prossima nomina dei commissari straordinari. Tra queste ci sarà anche la Variante nel tratto Trapani-Mazara del Vallo per la quale erano stati stanziati 134 milioni di euro. Risorse rimaste bloccate per anni che adesso potranno finalmente trasformarsi in opere concrete per il territorio. Un altro grande risultato ottenuto grazie alla norma che come MoVimento 5 Stelle abbiamo fortemente voluto inserire all’interno del decreto Sblocca cantieri.

La mia settimana #149

La mia settimana #149 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Volge al termine un’altra importante settimana parlamentare.

Mercoledì in aula abbiamo raggiunto un risultato storico: la tutela dell’ambiente e degli animali finalmente sarà inserita all’interno della nostra Costituzione!

Con l’approvazione di questa riforma – che dopo la seconda lettura alla Camera dei Deputati tornerà in Senato per la seconda deliberazione del Parlamento, come previsto dall’articolo 138 della Costituzione – la tutela dell’ambiente e degli animali viene inserita tra i principi fondamentali del nostro ordinamento. Il testo approvato assume una valenza ancor più importante perché sancisce un principio fondamentale troppo a lungo disatteso nell’ottica del profitto, ossia che l’esercizio dell’attività economica in nessun caso dovrà recare danno all’ambiente e alla salute di tutti i cittadini. Anche per questo, la riforma rappresenta un cambio di passo decisivo nel percorso già avviato di transizione ecologica del nostro Paese!

Il dibattito su questa importantissima riforma si è svolto in aula nelle giornate di martedì e mercoledì. Si tratta del primo passaggio parlamentare. Trattandosi di modifica della Costituzione, il disegno di legge passerà ora alla Camera e poi dovrà effettuare una seconda deliberazione di entrambe le Camere a distanza di tre mesi, come previsto dall’articolo 138 della Costituzione.

Mercoledì pomeriggio ci siamo occupati di due disegni di legge, con il primo abbiamo introdotto la possibilità per tutti i contribuenti di scegliere di destinare il 5 per mille anche al finanziamento del fondo assistenza per il personale del Corpo della guardia di finanza, della Polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, del Corpo di polizia penitenziaria, dell’Esercito, della Marina militare e dell’Aeronautica militare.

Il secondo importantissimo disegno di legge approvato riguarda l’istituzione di una zona economica esclusiva oltre il limite sterno del mare territoriale italiano. Si tratta di un disegno di legge fortemente voluto dal MoVimento 5 Stelle che permetterà all’Italia di gestire in maniera esclusiva le risorse naturali e minerarie presenti entro 200 miglia dalle nostre coste, ma soprattutto di tutelare chi opera in quei tratti di mare, primi fra tutti i nostri pescatori. In pratica, grazie a questa iniziativa, ci riappropriamo della sovranità su un tratto di mare che oggi appartiene alle acque internazionali. C’è chi si proclama sovranista per spot elettorale e chi lavora concretamente per restituire sovranità al nostro Paese!

In Commissione Affari costituzionali abbiamo proseguito l’esame sul disegno di legge che introduce una completa digitalizzazione delle attività preparatorie alle operazioni elettorali, come il deposito del contrassegno, l’indicazione dei rappresentanti di lista. Pensate che tutti questi documenti finora si dovevano presentare ancora in forma cartacea, noi invece proponiamo che si possano trasmettere in formato digitale senza spreco di carta e tempo. Abbiamo avviato il dibattito sul disegno di legge di conversione in legge del decreto “riaperture”, il provvedimento che ha disposto il progressivo allentamento delle misure restrittive a partire dal mese di maggio scorso.

Giovedì ho depositato un’interrogazione parlamentare al Presidente del Consiglio dei Ministri per porre rilievo sul grave fenomeno della diffusione e del consumo di droghe tra i più giovani. Si tratta di una problematica che è stata ulteriormente aggravata a causa della pandemia e che deve essere affrontata con la massima priorità.

La mia settimana #148

La mia settimana #148 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si chiude oggi un’altra settimana parlamentare dedicata al lavoro delle Commissioni.

Alla Camera è proseguito il ciclo di audizioni sul decreto Sostegni-bis. Si tratta di un provvedimento che ha messo in campo i 40 miliardi che abbiamo stanziato con lo scostamento di bilancio approvato in Parlamento. Vengono rinnovate molte importanti misure come i ristori a fondo perduto a imprese e liberi professionisti (articolo 1), il credito d’imposta per gli affitti commerciali (articolo 4), il taglio dei costi fissi delle bollette (articoli 5 e 6), il sostegno alla liquidità delle imprese (articolo 13), il credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione (articolo 32), 4 ulteriori mensilità di reddito di emergenza. Sono stati destinati oltre 3 miliardi per compensare le minori entrate e garantire i servizi di regioni ed enti locali. In particolare: 1 miliardo per il pagamento dei debiti commerciali degli enti territoriali (art. 21); 500 milioni di euro per favorire l’equilibrio di bilancio degli enti locali in deficit strutturale (art. 52); 600 milioni ai Comuni per ridurre la TARI alle imprese (art. 6); 50 milioni per le città d’arte (art. 7); 500 milioni per gli interventi di solidarietà alimentare e sostegno alle famiglie (art. 53); +135 milioni al fondo per le politiche della famiglia e potenziamento dei centri estivi e + 30 milioni al Fondo per le politiche giovanili; +100 milioni al Fondo per ristorare i Comuni dalle minori entrate derivanti dalla mancata riscossione dell’imposta di soggiorno; + 450 milioni al Fondo per il trasporto pubblico locale.

In settimana è stato incardinato alla Camera dei Deputati un altro importante decreto contenente l’organizzazione della governance che dovrà gestire le risorse del Recovery plan e una semplificazione delle procedure amministrative e burocratiche per l’attuazione dei progetti del Piano. Si prevede, in particolare, una cabina di regia presso la Presidenza del Consiglio che potrà coinvolgere i ministri interessati per materia e anche i governatori delle Regioni, un tavolo permanente al quale parteciperanno anche le parti sociali e una segreteria tecnica che rimarrà in carica fino alla completa esecuzione del Piano. Al fine di garantire la realizzazione di tutti i progetti in modo uniforme sull’intero territorio nazionale, si prevede la possibilità delle amministrazioni centrali di sostituirsi alle regioni o enti locali che dovessero rallentare o risultare inadempienti.

Sono state anche introdotte importanti semplificazioni normative in tema di transizione ecologica e digitale, appalti pubblici e superbonus 110%. Siamo riusciti a resistere alle pressioni degli altri partiti che volevano abolire il codice degli appalti e introdurre il criterio del massimo ribasso. Due modifiche che avrebbero esposto a forti rischi di infiltrazioni criminali nelle gare pubbliche. Al tempo stesso siamo riusciti ad introdurre delle disposizioni di semplificazione per il Superbonus 110%. In ogni caso, cercheremo di migliorare il provvedimento nel corso dell’iter di conversione in legge in Parlamento.

Nella giornata di giovedì in Commissione Affari costituzionali è proseguito l’esame del disegno di legge volto a semplificare e a digitalizzare gli oneri per la nomina dei rappresentanti di lista alle elezioni. Si è volto il seguito dell’esame del disegno di legge che modifica anche lo svolgimento delle consultazioni europee e referendarie permettendo il voto dei fuori sede e introducendo la novità delle urne semi-trasparenti per consentire la verifica della sola presenza di schede elettorali al loro interno. Sono anche proseguite le audizioni sulla sentenza della Corte Costituzionale che ha evidenziato una mancanza nell’ordinamento di una disciplina legislativa che assicuri l’accesso alla tutela giurisdizionale in caso di decisioni lesive del diritto di elettorato passivo e le audizioni sul disegno di legge contenente norme per promuovere l’equilibrio di genere negli organi di vertice dell’amministrazione.

Sempre nel corso di questa settimana, il 2 giugno, si è svolta a Trapani la cerimonia organizzata per il 75° anniversario della Repubblica Italiana nel corso della quale è stata deposta una corona d’alloro al Monumento ai Caduti in Piazza Vittorio Veneto. È stata anche l’occasione per conoscere personalmente il nuovo Prefetto, Filippina Cocuzza, alla quale va il mio augurio di buon lavoro. Sono certo che avremo l’occasione di avviare insieme un proficuo percorso nell’interesse del nostro territorio.

Come annunciato da Giuseppe Conte, ieri sera è stato raggiunto l’accordo con l’associazione Rousseau per il definitivo passaggio dei dati degli iscritti al MoVimento 5 Stelle. Adesso potremo finalmente dare inizio ad una fase nuova che ci permetterà di portare avanti con maggiore forza e determinazione il percorso di cambiamento avviato, partendo come sempre dall’indispensabile contributo di tutta la nostra comunità!

La mia settimana #147

La mia settimana #147 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Termina oggi un’altra intensa settimana parlamentare.

Siamo riusciti a portare in Aula il dibattito sulle scandalose decisioni prima della Commissione Contenziosa e dopo del Consiglio di Garanzia, di restituire i vitalizi agli ex parlamentari condannati per reati gravi. Uno schiaffo a tutti gli italiani, ma soprattutto a tutti i cittadini in difficoltà a causa della grave crisi economica che stiamo attraversando. Avevamo promesso di fare tutto il possibile per porre fine a questo assurdo privilegio e mercoledì abbiamo fatto un primo importante passo approvando in Aula la nostra mozione che impegna il Senato a rivedere queste assurde decisioni.

Martedì pomeriggio abbiamo approvato in Aula il disegno di legge sul distacco dei Comuni di Montecopiolo e Sassofeltrio ( http://www.senato.it/leg/18/BGT/Schede/Ddliter/51457.htm ) e di alcuni documenti trasmessi dalla Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari. Nella giornata di mercoledì, dopo il dibattito sulle mozioni e su alcuni disegni di legge di ratifica di trattati internazionali, abbiamo approvato un disegno di legge sul quorum delle elezioni comunali. Si tratta di un provvedimento destinato ai comuni più piccoli prevedendo un numero minimo di sottoscrizioni per la presentazione delle liste di candidati al consiglio comunale e delle collegate candidature alla carica di sindaco e riducendo al 40% il quorum strutturale richiesto per la validità delle elezioni amministrative nei comuni con popolazione inferiore a 15 mila abitanti. Nel computo non si terrà conto degli elettori iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero che non hanno votato.

Si tratta di modifiche semplici, ma destinate a semplificare la normativa elettorale dei piccoli comuni ed evitare che gli stessi vengano paralizzati a causa del numero di residenti che si trovano impossibilitati ad esercitare il diritto di voto perché fuori sede o residenti all’estero.

Mercoledì è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale e quindi è entrato ufficialmente in vigore il decreto Sostegni-bis e quindi tante misure a sostegno di imprese e cittadini in difficoltà come i ristori a fondo perduto, il credito di imposta per gli affitti commerciali, 4 ulteriori mensilità di reddito di emergenza, sgravi sui costi delle bollette e ingenti risorse volte a compensare le minori entrate di Regioni ed enti locali.

Durante questa settimana in Commissione Affari costituzionali abbiamo proseguito l’esame del disegno di legge costituzionale che introduce un vincolo per il legislatore di rispettare la volontà popolare espressa con referendum abrogativo e altri importanti disegni di legge tra cui l’Atto Senato 1078 riguardante la tutela degli animali e l’Atto Senato 2129 che introduce semplificazioni normative per le procedure elettorali.

Mercoledì in tarda mattinata ho incontrato Angelo Vernillo, Portavoce di EANet, un network che rappresenta diversi enti autorizzati. Abbiamo discusso della mia proposta di legge sulle adozioni, il cui dibattito è stato avviato negli scorsi giorni in Commissione qui in Senato. Siamo entrambi concordi sulla necessità di procedere a un aggiornamento e ad un riordino della normativa in tema di adozioni. Serve una legge moderna, che ponga al centro l’interesse dei minori e delle famiglie semplificando e velocizzando le procedure!

Questa settimana ho depositato in Senato un disegno di legge volto a contrastare il fenomeno degli incendi dolosi boschivi. Ogni estate siamo costretti ad assistere inermi alla nostra terra che brucia: ettari di macchia mediterranea e interi ecosistemi distrutti. Si tratta di reati subdoli da punire con severità. Proprio questo è l’obiettivo di questo disegno di legge che prevede l’aggravamento delle pene e l’introduzione di misure volte a scovare i colpevoli di questi gravissimi crimini.

La mia settimana #146

La mia settimana #146 960 540 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si chiude oggi un’altra importante settimana parlamentare.

Da mercoledì 19 maggio è entrato in vigore il nuovo decreto legge che ha previsto un allentamento delle misure restrittive, un ulteriore passo in avanti verso la normalità. Il coprifuoco è passato dalle ore 22 alle ore 23 e verrà ulteriormente posticipato alle 24 a partire dal 7 giugno per poi essere abolito dal 21 giugno. Dal 22 maggio riapriranno i centri commerciali nel weekend e dal 24 maggio le palestre. Dal 1° giugno sarà possibile andare al bar e ristoranti anche in ambienti al chiuso, dal 15 giugno ripartirà il settore del wedding e delle cerimonie, mentre dal 1° luglio riapriranno piscine al chiuso e centri benessere.

Martedì in Aula abbiamo approvato in via definitiva il decreto legge in tema di sicurezza alimentare. Un provvedimento urgente e necessario per evitare l’abrogazione di alcune sanzioni penali e amministrative in materia di sicurezza alimentare.

Grazie a questo provvedimento tuteliamo i consumatori dalla contraffazione e dalle frodi alimentari, ma anche i produttori che osservano le normative previste e l’elevata qualità delle eccellenze Made in Italy uniche al mondo.

Mercoledì siamo stati impegnati in aula nell’esame di alcuni documenti trasmessi dalla Giunta per le immunità e le elezioni, mentre nel pomeriggio si è svolta l’informativa del Ministro degli Affari esteri, Luigi Di Maio, al quale avevo già sottolineato personalmente l’importanza di garantire l’incolumità dei pescatori mazaresi. Sono soddisfatto che abbia confermato in Aula che questo obiettivo rappresenta un’assoluta priorità per la Farnesina (il mio comunicato completo).

Giovedì abbiamo approvato in Aula il disegno di legge sull’agricoltura biologica. Un settore che rappresenta una grande opportunità per il nostro Paese. La sua forte espansione richiede da diverso tempo una disciplina normativa adeguata a tutela di produttori e consumatori. Con questo provvedimento prevediamo la creazione del marchio Bio italiano per i prodotti biologici ottenuti da materie prime italiane e garantiamo un maggiore coordinamento da parte del Ministero delle politiche agricole e forestali con il coinvolgimento delle Autorità locali, anche tramite l’adozione di specifici piani d’azione destinati allo sviluppo del settore. Adesso il provvedimento passerà alla Camera per la definitiva approvazione!

In commissione Affari costituzionali abbiamo approvato la nostra proposta di legge che introduce l’ambiente in Costituzione. Siamo riusciti a superare le iniziali resistenze della Lega e adesso anche questa nostra battaglia di civiltà potrà approdare in Aula per concludere il primo passaggio parlamentare.

Questa settimana è stato incardinato in Commissione Giustizia il mio disegno di legge in materia di adozioni. Si tratta di un’ottima notizia soprattutto per tutti i minori in attesa di una nuova famiglia e per le coppie che in futuro sceglieranno di intraprendere questo bellissimo percorso. Mi auguro che si possa pervenire in tempi brevi all’approvazione di questa importante riforma, vista anche l’ampia sensibilità mostrata in tema di adozioni da parte di tutte le forze politiche.

Giovedì ho depositato un’interrogazione al Ministero della transizione ecologica in merito al parco eolico offshore al largo delle coste di Trapani. Anche se siamo in una fase preliminare di valutazione del progetto, occorre sin d’ora disporre di dati approfonditi affinché tutti possano valutare con certezza l’effettivo impatto che questa grande opera è destinata ad avere sul nostro territorio. Vigileremo sull’iter progettuale di valutazione di questa opera che dovrà necessariamente tenere in considerazione le osservazioni e il punto di vista delle amministrazioni e le associazioni dei territori interessati”.

Venerdì, insieme al Ministro Patuanelli e ad altri portavoce del MoVimento 5 Stelle, siamo stati in Emilia-Romagna a visitare alcune aziende modenesi. Dall’aceto, ai vini, alle produzioni agricole, fino alla manifattura: l’Italia intera è piena di piccole e grandi realtà che creano prodotti unici al mondo. È nostro dovere conoscere a fondo le peculiarità di ciascun territorio, sostendo e favorendo lo sviluppo di tutte le nostre aziende!

Back to top