LA MIA SETTIMANA

La mia settimana #198

La mia settimana #198 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

Si chiude oggi un’altra intensa settimana piena di tante novità.

Nel corso delle sedute d’Aula di questa settimana in Senato sono stati approvati diversi provvedimenti a partire da martedì con il decreto elezioni e referendum che ha disciplinato lo svolgimento dell’ultima tornata elettorale amministrativa e referendaria. Il dato più significativo è stato sicuramente quello dell’astensione, che ha raggiunto livelli davvero preoccupanti. Proprio per questo non è più rinviabile l’approvazione del disegno di legge del MoVimento 5 Stelle per consentire il voto a distanza per chi oggi è impossibilitato a recarsi nel proprio comune di residenza per motivi di lavoro, studio o salute. Cosa stiamo aspettando?

***

Mercoledì è arrivato il via libera del Senato alla nostra riforma che introduce il tema dello Sport in Costituzione. L’approvazione di questa riforma rappresenta una grande conquista sociale perché viene finalmente scritto nero su bianco che lo Sport non è soltanto esercizio fisico, ma a tutti gli effetti un’attività connessa al miglioramento della qualità della vita e dell’intera società. Da arbitro di calcio sono orgoglioso che oggi si parli dello Sport inteso dal punto di vista dell’alto valore educativo, sociale e psicofisico e che si voglia inserire tali principi all’interno della nostra Costituzione, in modo da potere orientare il legislatore.

Adesso, dopo il voto del Senato, manca un ultimo passaggio alla Camera prima dell’approvazione finale.

***

Mercoledì e giovedì i lavori del Senato sono stati dedicati all’approvazione della Legge di delegazione europea 2021, uno strumento legislativo necessario per adempiere agli obblighi derivanti dall’appartenenza all’Unione europea, dando attuazione alle direttive e regolamenti e ad evitare procedure di infrazione.

Una buona notizia che riguarda il Superbonus è arrivata questa settimana dalla Camera dove, dopo una lunga ed estenuante trattativa in Commissione, è stato approvato un emendamento al Decreto Aiuti che introduce la possibilità per le banche di cedere i crediti d’imposta a tutti i propri correntisti. Una norma he dovrebbe finalmente sbloccare la grave situazione determinatasi a seguito del blocco alla circolazione dei crediti d’imposta permettendo quindi agli istituti di liquidare i loro clienti. Si tratta di un importante passo avanti, che riteniamo però non ancora del tutto sufficiente. Ci batteremo per ottenere lo sblocco totale dei crediti e il coinvolgimento delle società controllate dallo Stato come Poste e Cassa Depositi e Prestiti nell’acquisto dei crediti derivanti dallo sconto in fattura.

Faremo di tutto per proteggere il Superbonus, una misura che ha favorito la crescita economica del nostro Paese e decisiva anche per il processo di transizione ecologica cui dovremo andare incontro.

***

Giovedì è arrivata l’ufficialità: sarà Barbara Floridia la candidata del MoVimento 5 Stelle alle prossime #Presidenziali22, le primarie del campo progressista siciliano che si terranno il prossimo 23 luglio. Un grandissimo in bocca al lupo a Barbara: giovane, in gamba, donna e con uno spirito guerriero che incarna perfettamente i valori del nostro MoVimento. La persona giusta per il riscatto della nostra meravigliosa Regione. Insieme, uniti, possiamo farcela!

***

A proposito delle primarie del campo progressista, ricordo che saranno aperte a tutti coloro che hanno compiuto 16 anni e sono residenti in Sicilia. Per la prima volta saranno telematiche: si potrà votare sia online che ai gazebo che saranno allestiti nelle 32 città più grandi. In ogni caso non è richiesto alcun contributo per votare, basta registrarsi al sito www.presidenziali22.it

La mia settimana #197

La mia settimana #197 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

Si chiude oggi una settimana molto intensa anche per l’intera Comunità del MoVimento 5 Stelle.

Martedì un gruppo di parlamentari capitanati dal Ministro Luigi Di Maio ha deciso di lasciare il MoVimento 5 Stelle. Una scelta che rispetto ma che non posso in alcun modo condividere perché va contro gli impegni presi con i nostri elettori.

Chi ha scelto di far parte del MoVimento 5 Stelle sa di avere rinunciato all’”io” in favore del “noi”. Questo perché la nostra forza è sempre stata la nostra Comunità. E proprio la nostra Comunità, chiamata al voto, ha indicato per ben due volte Giuseppe Conte come Presidente del MoVimento 5 Stelle. Il dissenso interno è legittimo, ma in nessun caso può arrivare ad ostacolare l’azione politica del M5S.

Chi ha scelto questa strada ha scelto di agire non per conto del M5S ma per conto proprio e quindi di fatto già da quel momento ha scelto di abbandonare il nostro progetto.

Abbiamo ancora tutti chiaro il ricordo di quando Giuseppe Conte ha rappresentato l’Italia nei tavoli europei e internazionali come meglio non si poteva. Ritengo che oggi non ci sia persona migliore in grado di essere il primo portavoce di quelle che sono le nostre battaglie e i nostri ideali.

***

Dopo una lunga trattativa, che ha visto la resistenza di tutti gli altri partiti di maggioranza, siamo riusciti a fare inserire nella risoluzione votata martedì in Aula quella che è la posizione del MoVimento 5 Stelle nei confronti del ruolo dell’Italia nel conflitto in Ucraina. Tra gli impegni che abbiamo fatto assumere al Governo (che senza il nostro intervento non sarebbero mai stati messi nero su bianco): una de-escalation militare volta a trovare una soluzione diplomatica del conflitto; la garanzia di un ampio coinvolgimento delle Camere in occasione dei più rilevanti summit internazionali riguardanti la guerra in Ucraina e le misure di sostegno all’Ucraina, comprese le eventuali future cessioni di forniture militari; revisione della governance economica che modifichi il Patto di stabilità al fine di favorire gli investimenti e la coesione sociale.

***

Mercoledì in aula abbiamo approvato la mozione a nostra prima firma contenente iniziative volte a supportare l’attività della Corte penale internazionale, un organismo internazionale che si sta occupando di accertare se alcune condotte qualificabili come crimini di guerra, crimini contro l’umanità e genocidio nel territorio ucraino sono qualificabili come crimini internazionali.

***

Durante la settimana, in Aula, si è svolta la discussione generale del disegno di legge costituzionale che introduce il tema dello Sport in Costituzione, che voteremo nei prossimi giorni, mentre giovedì abbiamo approvato il decreto attuazione PNRR. Si tratta di un provvedimento contenente numerose misure che migliorano il funzionamento delle amministrazioni centrali al fine di facilitare l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Non possiamo permettere che le risorse che stanno arrivando dall’Europa rimangano bloccate a causa della burocrazia e della carenza di personale nelle amministrazioni pubbliche. Nell’ambito di questo provvedimento siamo soddisfatti di essere riusciti a migliorare in particolare le norme sulla scuola. Tra le misure ottenute: lo stop ai concorsi con prova scritta a crocette, considerata una modalità non adatta a valutare il merito dei candidati al ruolo di insegnante: la prova scritta sarà a risposta aperta; esoneri per i collaboratori dei dirigenti scolastici per le scuole in reggenza; via libera allo scorrimento delle graduatorie degli idonei dei concorsi docenti della secondaria, come fatto già per la primaria.

***

Ieri, dopo anni di pandemia e di riunioni a distanza la comunità del MoVimento 5 Stelle Sicilia si è rincontrata a Caltanissetta. Il 23 luglio si terranno le presidenziali del campo progressista per scegliere il candidato Presidente in vista delle prossime elezioni regionali. Tra qualche settimana la Sicilia potrà liberarsi del peggior governo di destra che abbia mai avuto. Solo se saremo uniti e compatti possiamo vincere le primarie e indicare il nostro candidato. Abbiamo questa grande responsabilità alla quale non intendiamo sottrarci, non possiamo mollare!

La mia settimana #196

La mia settimana #196 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

Si chiude oggi un’altra settimana parlamentare. Purtroppo le elezioni non sono andate come avremmo voluto. Non intendiamo in alcun modo nasconderci dietro un dato molto al di sotto delle nostre aspettative. È necessario ripartire dai territori e dai gruppi territoriali che devono essere maggiormente coinvolti nel nuovo corso del MoVimento di Giuseppe Conte. In questa direzione va la nomina dei referenti regionali che finalmente saranno pienamente legittimati e potranno svolgere un ruolo di coordinamento nei vari territori.

Nei prossimi giorni la nuova riorganizzazione sarà completata anche con l’indicazione dei referenti provinciali e con la costituzione dei Gruppi territoriali. Intanto rinnovo i miei auguri di buon lavoro a Nuccio di Paola, già capogruppo all’Assemblea Regionale Siciliana, nominato referente per la Sicilia e a tutti gli altri referenti regionali indicati.

***

Martedì in Aula abbiamo approvato in via definitiva il disegno di legge delega in materia di contratti pubblici. Si tratta di una delega che autorizza il Governo a riformare il Codice degli appalti con l’obiettivo di semplificarlo anche per piccole e micro imprese e renderlo sempre più in grado di assicurare la legalità, la trasparenza e la concorrenza. Mai come in questo periodo storico abbiamo l’occasione di spendere le tante risorse del PNRR in arrivo. Non possiamo permettere che queste finiscano nelle mani sbagliate o peggio della criminalità organizzata. Per questo nella legge delega è contenuta una revisione delle competenze dell’ANAC, l’autorità anticorruzione, per rafforzarne le funzioni di vigilanza sul settore e di supporto alle stazioni appaltanti.

Trattandosi di una legge delega adesso spetterà al Governo darvi attuazione. Per questo, abbiamo preteso e ottenuto che il testo finale che verrà fuori tra 6 mesi dovrà tornare in Parlamento per un controllo ulteriore da parte delle commissioni competenti. Vogliamo essere certi che vengano rispettati tutti i principi e i criteri previsti in questa legge!

***

Mercoledì e giovedì in Aula è stata approvata in via definitiva la legge delega sulla riforma dell’ordinamento giudiziario e del Consiglio superiore della magistratura. Un testo che riteniamo avrebbe potuto essere migliore, ma che resta pur sempre basato sull’impianto della riforma dell’allora Ministro Bonafede. La novità più importante è sicuramente lo stop alle porte girevoli tra politica e magistratura: i magistrati con incarichi elettivi e governativi (sia a livello nazionale che locale) non potranno esercitare funzioni giurisdizionali. Per loro scatterà l’obbligo di collocamento in aspettativa. Inoltre, al termine del mandato elettivo non potranno più tornare a svolgere alcuna funzione giurisdizionale.

Tra le altre novità l’istituzione di un fascicolo per valutare la performance del magistrato, le nomine per gli incarichi direttivi e semidirettivi dovranno essere improntate alla massima meritocrazia e trasparenza; maggiore facilità per accedere al concorso in magistratura subito dopo la laurea. Adesso la palla passa al Governo che avrà un anno di tempo per emanare i decreti attuativi.

***

Anche in Commissione sono stati esaminati diversi importanti provvedimenti, tra tutti il disegno di legge che disciplina l’attività di lobbying in Parlamento e il disegno di legge di conversione del decreto contenente ulteriori misure per l’attuazione del PNRR che già da domani approderà in Aula per essere approvato.

Questa settimana la Commissione finanze del Senato ha dato mandato al proprio presidente di inviare una lettera al Premier Draghi per chiedergli di salvare il Superbonus 110%. Nel frattempo, alla Camera, tutti i gruppi parlamentari hanno deciso di sottoscrivere un emendamento per riaprire il mercato della cessione dei crediti a tutela della misura. Due prove che confermano l’importanza della battaglia che come MoVimento 5 Stelle stiamo portando avanti da mesi a tutela di imprese e lavoratori della filiera edile, ma anche di migliaia di cittadini che vorrebbero beneficiare del Superbonus per mettere in sicurezza e migliorare le proprie abitazioni. Una misura che ha dato slancio all’economia del Paese e che anche l’Europa ha dichiarato di volerci copiare. Il Governo deve intervenire con la massima urgenza!

***

Infine una buona notizia: questa settimana il Tribunale di Napoli, in sede cautelare, ha rigettato il ricorso presentato da alcuni attivisti contro lo statuto e la leadership di Conte, con un’ordinanza molto articolata. Una vittoria di Giuseppe Conte e di tutta la nostra Comunità!

La mia settimana #195

La mia settimana #195 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

Si chiude oggi una settimana piena di impegni e di attività in vista delle elezioni amministrative.

Avrete visto l’accoglienza che decine di piazze, da Nord a Sud, hanno riservato al nostro Presidente Giuseppe Conte, che durante il suo tour elettorale è stato letteralmente travolto dal calore e dall’affetto della gente. Qualche tempo fa, durante un discorso in Aula, avevo detto che il Conte è stato il Presidente del Consiglio più amato dagli italiani. Credo che in questi giorni ne stiamo avendo sempre più la prova! Sappiamo che le elezioni amministrative non sono mai state un banco di prova di prova reale per misurare il consenso del MoVimento 5 Stelle, ma siamo fiduciosi che il completamento della nostra riorganizzazione interna e la bontà del progetto guidato da Giuseppe Conte potrà portare nuovo entusiasmo nei territori e convincere anche i cittadini indecisi.

***

Questa settimana dall’Europa è arrivata la buona notizia dell’accordo sulla direttiva Ue che fissa i criteri per introdurre il salario minimo a tutela della dignità dei lavoratori. Come sapete, l’Italia è rimasto uno degli ultimi sei paesi europei a non avere una legge sul salario minimo. Finché ciò non avverrà, nel nostro paese ci saranno circa 5 milioni di lavoratori con paghe da fame. Da inizio Legislatura il MoVimento 5 Stelle ha depositato una proposta che va i questa direzione, conformemente a quanto stabilito dalla nuova direttiva europea. Approviamola subito!

***

Ultimamente molti politici si sono concentrati a criticare i provvedimenti del MoVimento 5 Stelle, attaccando misure sacrosante come il reddito di cittadinanza e il superbonus, forse dimenticando che il nostro Paese sta fronteggiando un’emergenza senza precedenti.

Da settimane, migliaia di pescherecci in tutta Italia sono fermi nei porti per protesta contro gli assurdi rincari del prezzo del gasolio che ha raggiunto livelli insostenibili. A causa di questo blocco forzato della pesca, è sempre più difficile trovare pesce locale nei banconi del supermercato o nelle pescherie e anche il prezzo di tali prodotti è naturalmente aumentato con ricadute nei confronti dei consumatori finali. Proprio per questo ho depositato un’interrogazione al Ministro delle politiche agricole per chiedere l’adozione di interventi straordinari contro il caro gasolio nel settore ittico che rischia di causare la crisi di migliaia di imprese.

***

Martedì sera a Palermo, insieme al Presidente Giuseppe Conte e altri portavoce del MoVimento 5 Stelle, ho partecipato alla lezione speciale del ciclo 10 lezioni di Politica organizzate dal MoVimento. Roberto Scarpinato e Umberto Santino hanno parlato proprio di mafia e Politica. È stata una serata speciale, soprattutto per la grande partecipazione di Palermo. Una risposta importante soprattutto alle gravissime accuse di voto di scambio che proprio a Palermo hanno interessato due candidati della coalizione di centrodestra, finiti in manette negli scorsi giorni. La lotta alla mafia non deve essere soltanto un caposaldo del MoVimento, ma un patrimonio comune che deve essere coltivato ogni giorno da ogni cittadino. Per Paolo Borsellino mafia e politica o si fanno la guerra oppure si mettono d’accordo. Noi abbiamo scelto di combatterla. Ogni giorno, con ogni mezzo!

***

Giovedì ho partecipato alla trasmissione locale The Politi.com incentrata sul dibattito finale in vista delle elezioni amministrative di Erice. In questa giornata elettorale e ad urne aperte mi limiterò a dire che in questi mesi ce l’abbiamo messa tutta. Abbiamo lavorato intensamente per mettere a disposizione della città le migliori personalità e le migliori idee per un vero cambiamento.

Chiunque da fuori viene a visitare Erice rimane estasiato. Abbiamo la fortuna di abitare in questo posto meraviglioso, di viverlo tutti i giorni. È proprio per questo che abbiamo anche il dovere di amministrarlo nel migliore dei modi e di valorizzarne le immense potenzialità.

Il prof. Maurizio Oddo durante questa campagna elettorale ha dato ulteriore prova della sua alta statura morale e umana. Non si è piegato difronte alle vili intimidazioni e alle gravi scorrettezze degli avversari politici e ha dato anche prova della sua grande preparazione tecnica mettendo nero su bianco soluzioni concrete per il rilancio di Erice.

Desidero ringraziarlo perché è riuscito a dimostrare che anche nel nostro territorio è possibile fare sana politica, superando ogni divisione e mettendo al centro i temi e il bene comune.

La mia settimana #194

La mia settimana #194 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

Si chiude oggi un’altra settimana parlamentare dedicata all’approvazione del disegno di legge “Concorrenza”, avvenuta con il voto in Aula di lunedì pomeriggio. Si tratta di un provvedimento necessario per l’attuazione del PNRR. L’obiettivo di questa legge che spazia in diversi campi come quello dei regimi concessori, dei servizi pubblici locali, dei trasporti, dell’energia, della sostenibilità ambientale e della salute, è quello di abbassare i prezzi e aumentare la qualità dei beni e dei servizi. Siamo riusciti ad ottenere un buon risultato sulla riforma dei balneari: abbiamo detto basta alle continue proroghe, mettendo fine a un sistema che per decenni ha premiato i soliti noti. Dal 2024, grazie al Movimento, tutti potranno partecipare ai bandi per le concessioni e vincere la gara.

***

Durante la settimana ho incontrato i lavoratori dell’ufficio informatico di Istat che rischiano di essere esternalizzati e privatizzati a causa di una norma inserita all’interno del decreto #PNRR2 che affida a una società privata la gestione dei servizi informatici di Istat, Inps e Inail. Nel caso di Istat questa notizia è molto grave, perché l’ufficio informatico è parte integrante del core business dell’Istituto e una sua esternalizzazione rischierebbe di compromettere l’indipendenza e l’imparzialità dei dati trattati. A questo si aggiunga anche che questa norma costerebbe allo Stato 45 milioni di euro e il conflitto d’interessi nella governance della nuova società.

Come MoVimento 5 Stelle abbiamo presentato un emendamento per escludere l’Istat da questo intervento normativo. Adesso auspichiamo ampia convergenza anche da parte di tutte le altre forze politiche.

***

Questa settimana ho ricevuto risposta all’interrogazione depositata a fine febbraio con la quale avevo chiesto al Ministro della Difesa informazioni in merito al progetto di realizzazione del radar militare a Favignana all’oscuro dell’amministrazione e della cittadinanza. Un atto ispettivo che avevo deciso di presentare perché preoccupato dai rischi per l’ecosistema e per la salute umana oltre che per l’economia di quel territorio, un’area marina protetta che si basa prevalentemente sui settori primario e terziario.

Il Ministero ha reso noto che il progetto è regolato da una Convenzione di Sovvenzione stipulata tra il Ministero dell’Interno e la Marina Militare e finanziato dal Fondo Sicurezza Interna 2014-2020. Gli apparati non sono ancora attivi e sono destinati ad essere impiegati quali radar di riserva rispetto a quelli principali, intervenendo quindi soltanto in caso di interruzione del funzionamento dei primi.

Si tratta di impianti di nuova generazione, con potenza molto inferiore a quella che presentano la maggior parte dei tradizionali radar costieri e di navigazione.

Nella risposta all’atto ispettivo viene affermato che il Comandante Marittimo Sicilia ha incontrato i Sindaci coinvolti illustrando loro la funzione della rete radar e sottolineando che prima dell’entrata in servizio saranno in ogni caso effettuati i necessari rilievi tecnici, cui potranno presenziare anche i rappresentanti delle amministrazioni comunali e dell’Arpa. Il superamento di tutte le verifiche sarà ovviamente condizione essenziale per l’avvio operativo delle apparecchiature.

Potrò dirmi soddisfatto di questa risposta, soltanto se le rassicurazioni fornite saranno rispettate e soprattutto se saranno tenute in considerazione le osservazioni e le istanze dell’amministrazione e della cittadinanza. Da parte mia garantisco che continuerò a mantenere altissima l’attenzione.

***

Proseguono senza sosta il lavoro e le attività sul territorio insieme al candidato sindaco di Erice, Maurizio Oddo, in vista delle prossime elezioni amministrative. Erice è un territorio meraviglioso che viene fuori da anni di cattiva gestione amministrativa che ne hanno compresso le ineguagliabili potenzialità. Da tempo ci stavamo preparando per questo importantissimo appuntamento lavorando alacremente su delle proposte per il rilancio di Erice. Delle proposte che abbiamo messo nero su bianco in un programma molto dettagliato che affronta tanti temi importantissimi come ambiente, cultura, università, valorizzazione e sviluppo, turismo, sport, spettacolo e tanto altro. Temi che scorrono su un binario che da sempre riteniamo imprescindibile e che dovrebbe guidare l’azione di ogni amministrazione: quello della legalità e della trasparenza.

Un cambiamento che forse sono in molti a non volere come testimoniano i gravi attacchi e atti intimidatori subiti nel corso di questa campagna elettorale. Sappiano i nostri detrattori che nulla potrà intimorirci o farci indietreggiare!

La mia settimana #193

La mia settimana #193 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

Si chiude oggi un’altra settimana parlamentare.

Martedì in Aula la maggior parte dei partiti ha deciso di bocciare la nostra proposta di modifica al calendario con cui chiedevamo che il Parlamento potesse votare la linea che il premier Draghi porterà in Europa al prossimo Consiglio europeo, vista anche l’importanza dei temi in trattazione, come la difesa comune europea, gli aiuti all’Ucraina, i provvedimenti contro la crisi energetica. Questi partiti dovrebbero spiegare perché anche questa volta hanno deciso di impedire questo importante voto di indirizzo.

Nella giornata di mercoledì, invece, abbiamo approvato la Relazione sui percorsi trattamentali per uomini autori di violenza di genere proposta dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio. È proprio la Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica, che impone agli Stati aderenti di individuare percorsi di rieducazione nei confronti di chi si è reso responsabile di questi crimini. Principio ancora oggi, purtroppo, inattuato e per il quale abbiamo richiesto l’immediato intervento del Governo.

Le giornate di mercoledì e giovedì sono state poi dedicate alla conclusione dell’esame in commissione del disegno di legge concorrenza. Siamo riusciti ad ottenere un ottimo risultato sulla riforma dei balneari: abbiamo detto basta alle continue proroghe, mettendo fine a un sistema che per anni ha premiato i soliti noti. Grazie al pressing del MoVimento, dal 2024 tutti potranno partecipare ai bandi per le concessioni e vincere la gara.

***

Per quanto riguarda il caro energia, questa settimana abbiamo incassato il via libera dall’Europa a una soluzione che si avvicina a quanto sosteniamo da mesi con l’Energy Recovery Fund: dal primo giugno sarà garantito l’approvvigionamento energetico dell’Ue attraverso l’acquisto comune volontario di gas, Gas Naturale Liquido e idrogeno. In questo modo sarà possibile lavorare per aggregare la domanda dei Paesi europei in modo da avere un maggior peso contrattuale. Il MoVimento 5 Stelle lo sostiene da settimane: solo condividendo i costi della crisi sarà possibile ridurre l’impatto degli aumenti del costo dell’energia.

***

Negli scorsi giorni, ancora una volta l’Europa è tornata a parlare di Superbonus, riconoscendone la grande validità economica e ambientale. Questa volta lo ha fatto attraverso le raccomandazioni rivolte all’Italia sull’efficientamento energetico in edilizia contenute all’interno del report semestrale della Commissione europea che vanno proprio nella direzione indicata dal MoVimento 5 Stelle.

Le nostre proposte per sbloccare l’impasse causato dalle continue modifiche del Governo sono già sul tavolo. Ma ormai dovrebbe essere chiaro a tutti che il Superbonus è indispensabile per la transizione ecologica del Paese. Cosa stiamo aspettando a renderlo strutturale adesso che ce lo chiede anche l’Europa?

***

Durante la settimana abbiamo dovuto assistere agli ennesimi attacchi nei confronti del Reddito di Cittadinanza e di chi lo percepisce. Persone che grazie a questo sostegno riescono ad arrivare a fine mese. Ritrovo vergognosi certi attacchi e assurdo che ci sia chi, come Renzi, stia pensando, addirittura, a una raccolta firme per abolirlo. Come MoVimento 5 Stelle, siamo orgogliosi di essere completamente all’opposto rispetto alle loro idee, di dare voce a chi viene dimenticato da questa politica fuori dalla realtà. Il Reddito di cittadinanza non si tocca!

***

Nel frattempo, sul territorio, prosegue il grande lavoro che insieme a Maurizio Oddo candidato Sindaco ad Erice stiamo portando avanti in vista delle imminenti elezioni.

Come abbiamo sempre sostenuto, le idee e i programmi per noi vengono prima di qualunque altra cosa. In queste settimane stiamo continuando a lavorare per proporre ai cittadini non solo un’alternativa che segni un deciso cambio di passo rispetto a chi ha governato fino ad oggi questo comune con scarsi risultati, ma anche a mettere a disposizione di Erice le migliori idee per il rilancio del nostro territorio.

Nei giorni scorsi è stato svelato un altro dei punti del nostro programma che riguarda la proposta di un Piano Eliminazione Barriere Architettoniche. Uno strumento che consentirà di monitorare, progettare e pianificare interventi volti a garantire la massima inclusione e il massimo grado di mobilità a tutti i cittadini. Un altro punto fondamentale che si aggiunge alle proposte in tema ambientale e culturale già presentate in precedenza.

A chi soffia sul fuoco della polemica preferiamo rispondere con il nostro lavoro volto a trovare soluzioni concrete per la crescita di Erice.

La mia settimana #192

La mia settimana #192 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

Si chiude oggi un’altra settimana parlamentare piena di novità e attività.

Lunedì ho accolto con molto piacere in Senato gli alunni della classe 5L del Liceo “V. Fardella – L. Ximenes” di Trapani che sono stati premiati nell’ambito del Progetto – Concorso “Senato&Ambiente” per il loro progetto “Uno studio in rosa: indagine conoscitiva sullo stato della Riserva naturale orientata delle saline di Trapani”.

L’assegnazione di questo prestigioso riconoscimento da parte di una delle più alte Istituzioni italiane, rappresenta il riconoscimento del prezioso lavoro svolto da questi giovani, con l’intento di evidenziare l’importanza strategica, naturalistica e culturale delle risorse naturali che insistono nel meraviglioso territorio trapanese. La Riserva naturale orientata delle saline di Trapani e Paceco rappresenta un patrimonio dal valore inestimabile. Proteggerlo e valorizzarlo un dovere di tutti, cittadini e istituzioni.

Rinnovo il mio ringraziamento sincero a questi ragazzi che con il loro lavoro hanno portato in alto il nome e le bellezze del nostro territorio!

***

Martedì in Aula abbiamo avviato la discussione sul decreto fine emergenza Covid, conclusa con il voto finale mercoledì. Si tratta del provvedimento che ha disposto la fine dello stato di emergenza e con essa la quasi totalità delle misure che si erano rese necessarie per contrastare la diffusione della pandemia.

Sempre mercoledì, abbiamo approvato in Aula il disegno di legge delega in materia di spettacolo. Per anni abbiamo assistito ai tagli degli investimenti pubblici in questo settore che adesso vogliamo riformare introducendo l’indennità di discontinuità: una misura che riconosce il carattere discontinuo della prestazione dei lavoratori dello spettacolo prevedendo anche le giuste tutele previdenziali. L’attività dei lavoratori dello spettacolo non è soltanto quella sul palcoscenico: preparazione, formazione e studio fanno parte integrante del lavoro.

Altre importanti novità inserite in questa legge riguardano le norme per l’equo compenso dei lavoratori autonomi dello spettacolo, compresi gli agenti e i rappresentanti degli spettacoli dal vivo, maggiori tutele normative ed economiche per i contratti di lavoro intermittenti o occasionali, ulteriori tutele per l’attività preparatoria all’evento, il riconoscimento dei Live club e tanto altro.

Finalmente recepiamo le istanze di un settore a lungo trascurato, ma indispensabile per lo sviluppo della cultura italiana e per la sua diffusione nel mondo!

***

Come sapete, questa settimana è andato in scena l’ennesimo attacco al Presidente Giuseppe Conte e al MoVimento 5 Stelle. Il centrodestra, insieme a Italia Viva, ha deciso di votare compatto per sottrarci la presidenza della Commissione Esteri del Senato, carica che invece sarebbe spettata al MoVimento. Non siamo stupiti da questo ennesimo tradimento. D’altronde, si sa, che molti partiti sono sempre più attenti ai giochi di palazzo che agli interessi dei cittadini. Semplicemente, questo non è e non sarà mai il nostro modo di fare politica.

***

Sempre nel corso della settimana, ho depositato un’interrogazione parlamentare per denunciare al Governo il grave fatto accaduto a una giovane atleta minorenne di scherma, che si è vista designare come arbitro di una gara il suo presunto aggressore che aveva denunciato pochi mesi prima. Un episodio davvero increscioso che cela un fenomeno davvero grave che spesso nel mondo dello sport resta celato dietro un velo di omertà.

***

Venerdì pomeriggio, insieme al nostro candidato sindaco ad Erice, Maurizio Oddo, e al Vice Presidente del Consiglio comunale, Alessandro Barracco, ho incontrato l’Associazione AIFA Onlus – Associazione Italiana Famiglie ADHD Sicilia. Abbiamo parlato del Disturbo da Deficit dell’Attenzione ed Iperattività. Ho assunto l’impegno di di portare questa istanza in Parlamento e all’attenzione del Sottosegretario Sileri e dato la disponibilità a presentare un disegno di legge, con l’obiettivo di aiutare migliaia di bambini e adulti che sono affetti da questo disturbo.

***

In conclusione una bella notizia di questa settimana. Nel piano industriale di Ferrovie ci sono 190 miliardi di investimenti di cui 20 destinati alla Sicilia. Di questi, circa 14 miliardi andranno a progetti su rotaie come il collegamento veloce Palermo-Catania-Messina, del nodo di Palermo e di Catania, l’elettrificazione della Linea Palermo-Trapani via Milo, il potenziamento della Palermo-Agrigento-Porto Empedocle, il collegamento con l’aeroporto di Trapani, e dell’aeroporto di Catania-Fontanarossa.

I restanti 6 miliardi saranno invece destinati alle infrastrutture stradali a finanziare ambiziosi progetti come la Ragusa-Catania e la Palermo-Agrigento.

Si tratta di un piano di investimenti che non ha precedenti e che conferma l’inversione di tendenza avviata con l’arrivo del MoVimento 5 Stelle al Governo. La Sicilia e il Mezzogiorno, dotate di infrastrutture efficienti, devono tornare ad essere capaci di attrarre investimenti e di essere protagonisti della ripresa economica del Paese.

La mia settimana #191

La mia settimana #191 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

È davvero difficile descrivere le emozioni provate in questi giorni.

Sin dall’inizio del conflitto armato in Ucraina, il mio pensiero è stato rivolto alle persone più fragili e in particolare ai minori che si trovavano negli orfanotrofi, in particolare delle aree più a sud-est, interessate immediatamente dai bombardamenti e quindi presto evacuate.

Da quel momento, ho deciso di spendermi con tutte le mie energie per coordinare la missione umanitaria dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII. Abbiamo individuato quattro gruppi di minori provenienti da altrettanti orfanotrofi e, dopo avere ottenuto tutte le autorizzazioni da parte delle autorità italiane e straniere, siamo partiti alla volta di Cracovia, nella mattinata di lunedì. Martedì ci siamo spostati fino a Leopoli e una volta recuperati tutti i gruppi di minori, abbiamo iniziato il viaggio di ritorno verso l’aeroporto di Cracovia dove ci attendeva il volo per Trapani.

Al nostro atterraggio a Trapani-Birgi, siamo stati travolti dall’entusiasmo e da un calore che pochi luoghi sono in grado di dare come la nostra terra. Ad accogliere i bambini tanti palloncini gialli e azzurri, uno striscione di benvenuto, leccornie e piccoli doni.

I bambini sono poi stati trasferiti negli Istituti ospitanti. Sono particolarmente orgoglioso che due delle quattro strutture ospitanti siano proprio in provincia di Trapani (una a Erice e l’altra ad Alcamo) che ancora una volta si conferma il territorio dell’accoglienza, come dimostrano anche le decine di messaggi che ho ricevuto in questi giorni con i quali tantissimi cittadini hanno offerto sostegno e solidarietà. Le altre due strutture si trovano a Modica e Catania.

Permettetemi poi un particolare ringraziamento all’intera comunità del MoVimento 5 Stelle, che con il voto degli iscritti, ha deciso di finanziare questa iniziativa. Un bellissimo gesto che non fa altro che confermare la nostra posizione, sempre al fianco degli ultimi e dei più deboli.

Sono certo che tutti questi bambini in Sicilia potranno ritrovare la serenità e la spensieratezza fatta di scuola, divertimento e gioco: della quotidianità che spetta di diritto a ogni loro coetaneo, lontano dal dramma vissuto dal loro Paese.

***

Anche in Parlamento è stata una settimana piena di novità. Mercoledì abbiamo approvato in via definitiva la legge #SalvaMare. Un intervento normativo promosso dall’ex Ministro dell’ambiente, Sergio Costa, e fortemente voluta dal MoVimento 5 Stelle che consentirà ai pescatori di portare in terraferma i rifiuti accidentalmente pescati in mare e di conferirli in modo immediato e gratuito al momento dell’approdo in porto. Tra le altre misure previste c’è anche l’introduzione dell’educazione ambientale nelle scuole.

Come M5S avevamo preso l’impegno di portare a compimento d’iter di approvazione di questo fondamentale provvedimento che ci permetterà di risanare l’ecosistema marino salvaguardando le specie animali che lo popolano, dando nuova spinta all’economia circolare!

***

Giovedì abbiamo approvato in prima lettura il decreto Taglia-prezzi, si tratta del secondo provvedimento adottato dal governo per sostenere imprese e cittadini difronte ai rincari dell’energia elettrica e del gas. Un altro provvedimento, il decreto aiuti, è stato da poco adottato dal Consiglio dei Ministri per introdurre ulteriori misure di sostegno. Sono particolarmente soddisfatto che in quest’ultimo provvedimento sia stata recepita la proposta del MoVimento 5 Stelle riguardante la tassazione al 25% sugli extraprofitti delle imprese energetiche. Chi nei mesi della pandemia ha generato altissimi profitti, è giusto che contribuisca a sostenere chi invece a causa di quel periodo si è impoverito.

***

Giovedì sono stato a Custonaci dove ho partecipato all’evento organizzato dal Comune e da Algea Sicilia nel corso del quale è stata presentata la panchina “Io esisto” di colore viola, per la sensibilizzazione e il riconoscimento della fibromialgia e del dolore cronico. Un’iniziativa che in ricorrenza della Giornata Mondiale della Fibromialgia ricorda l’importanza di far conoscere e sensibilizzare la cittadinanza su questa sindrome cronica e invalidante dalle cause ancora ignote che colpisce 1,5-2 milioni di italiani, per la stragrande maggioranza donne.

Purtroppo chi è affetto da questa sindrome che genera una serie di gravi disturbi fisici altamente invalidanti non ha diritto alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale, non essendo la Fibromialgia inserita nei livelli essenziali di assistenza (LEA).

In Parlamento c’è già un disegno di legge pronto a firma MoVimento 5 Stelle. Approviamolo! La sofferenza a volte silenziosa di tutte queste persone, di queste donne, non può restare inascoltata. Anche questo pomeriggio parteciperò a un’iniziativa analoga che si svolgerà a Menfi!

La mia settimana #190

La mia settimana #190 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si chiude oggi un’altra intensa settimana piena di attività.

I lavori in Senato sono stati prevalentemente dedicati all’esame del decreto “tagliaprezzi”. Si tratta del secondo decreto adottato dal Governo per contenere gli sconsiderati aumenti dei costi dell’energia elettrica e del gas. In Commissione stiamo lottando sui nostri emendamenti il cui voto finale dovrebbe svolgersi nelle prossime ore, in tempo utile per l’esame del provvedimento in aula previsto per la settimana entrante.

***

Questa settimana abbiamo assistito all’ennesimo attacco del Governo al Superbonus. Questa volta è stato un attacco frontale proveniente direttamente dal Premier Draghi che un giorno proroga il termine per lo stato di avanzamento dei lavori (come richiesto dal Movimento 5 Stelle) e il giorno dopo durante l’assemblea plenaria del Parlamento europeo critica la nostra misura.

***

Forse Draghi dimentica che la crescita del PIL nel 2021, quando al Governo c’era Giuseppe Conte, è stata spinta dal settore dell’edilizia e quindi dal Superbonus. È grazie a questa crescita economica che il Paese oggi si è potuto permettere di stanziare 14 miliardi di euro all’interno del Decreto Aiuti approvato questa settimana dal Consiglio dei Ministri. Forse Draghi ha già dimenticato che grazie al Superbonus sono stati generati circa 150mila posti di lavoro e l’Italia ha conseguito ottimi risultati in termini di efficientamento energetico, ottenendo anche i complimenti dalla Commissione europea.

Il Superbonus è una misura nata per i cittadini, per la transizione ecologica e per la sicurezza delle nostre abitazioni. Il MoVimento 5 Stelle si opporrà a chiunque tenti di frenarlo!

***

Questa settimana in Senato ho depositato un’interrogazione per chiedere al Governo un intervento urgente contro i rincari dei biglietti del trasporto marittimo. L’aumento sconsiderato dei costi (si parla addirittura del 35% per i non residenti e del 50% per i residenti) non può certamente ricadere sull’utente finale mettendo a rischio l’erogazione di un servizio pubblico essenziale.

Mi aspetto che il Governo dimostri che il principio che sarà presto affermato nella nostra Costituzione sulla condizione di svantaggio derivante dall’insularità non sia soltanto lettera morta, ma che si intervenga con misure concrete per porvi rimedio.

***

Giovedì ho partecipato alla prima delle dieci lezioni che precederanno l’inizio delle attività della Scuola di formazione del MoVimento 5 Stelle: un laboratorio per studiare il nostro presente e progettare il nostro futuro. In questa prima lezione Gustavo Zagrebelsky e Vito Mancuso hanno discusso di “Etica e politica”. Clicca qui per rivederla!

La mia settimana #189

La mia settimana #189 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

Si chiude oggi un’altra settimana parlamentare piena di attività.

Martedì in Aula abbiamo votato un atto di indirizzo della Commissione Agricoltura conclusivo dell’affare assegnato sulle problematiche relative al deflusso minimo vitale dei fiumi e torrenti. Come sappiamo, l’acqua è il bene essenziale per definizione, una risorsa finita e insostituibile che dobbiamo preservare. Nonostante l’acqua generi un quinto del PIL nazionale, siamo agli ultimi posti in Europa per investimenti nel settore idrico. Una tendenza che abbiamo iniziato ad invertire solo grazie all’intervento del Ministro Patuanelli.

Con la risoluzione approvata si impegna il Governo ad evitare che la produzione agricola nazionale sia penalizzata dal rischio siccità garantendo il deflusso minimo vitale dei corsi d’acqua. Nel medio termine occorrerà procedere anche alla realizzazione di nuovi e più efficienti acquedotti, il miglioramento della capacità di invaso dei bacini idrici e la realizzazione di nuovi invasi.

***

Nella giornata di mercoledì abbiamo approvato in seconda deliberazione con maggioranza assoluta la riforma costituzionale che introduce in Costituzione il tema dello svantaggio derivante dalla condizione di insularità. Un principio importantissimo che finalmente potrà presto tornare di rango costituzionale, come avevano previsto i nostri Padri Costituenti. Quando parliamo di Isole, è facile pensare a Sicilia e Sardegna, ma in Italia ci sono più di 800 isole, di cui circa 80 abitate. Ognuna di queste presenta proprie peculiarità e caratteristiche comuni che meritano di essere tenute in massima considerazione per preservare e sostenere le comunità che le vivono. Mi aspetto che l’approvazione di questa riforma costituzionale non sia soltanto l’affermazione di un principio, ma l’inizio di un percorso di inclusione volto a valorizzare e sostenere tutte le Isole nella loro unicità.

Adesso manca solo l’ultimo passaggio alla Camera prima della definitiva approvazione di questo provvedimento storico!

***

Un altro risultato storico raggiunto questa settimana riguarda l’approvazione del testo base della riforma del regolamento approvato dalla Giunta, in vista dell’esame in Aula, che ha recepito molte delle nostre proposte. Sto seguendo come relatore l’iter di questa importante riforma che finalmente porrà un freno ai cambi di casacche e ai giochi di palazzo. Grazie a precise e puntuali modifiche, viene reso meno conveniente a livello politico il passaggio da un gruppo a un altro in corso di legislatura, riducendo ad esempio i vantaggi economici per il Gruppo di nuova adesione con risparmio per le casse dello Stato ed eliminando l’automatica adesione al Gruppo Misto per chi decide di uscire dal gruppo con il quale era stato eletto che resterà quindi non iscritto ad alcun gruppo.

La visione del MoVimento 5 Stelle emerge anche dalla nuova organizzazione delle Commissioni permanenti, con l’introduzione di temi essenziali per il nostro Paese come transizione ecologica, innovazione tecnologica e digitalizzazione. Adesso l’auspicio è quello di un passaggio veloce in Aula per suggellare l’approvazione di queste battaglie di civiltà.

***

Un’altra buona notizia riguarda l’imminente approvazione da parte dell’AIFA del farmaco destinato ai pazienti affetti da nanismo. Qualche settimana fa avevo chiesto notizie, per tramite del sottosegretario Sileri, evidenziando l’importanza di rendere presto disponibile questa cura innovativa in grado di aiutare tanti bambini e ragazzi. L’AIFA ha confermato che l’iter autorizzativo è in dirittura d’arrivo e con esso anche l’immissione in commercio del farmaco!

***

Durante il question time alla Camera dei Deputati di questa settimana, il Governo ha confermato l’intenzione di approvare la proroga oltre il 30 giugno del termine per il raggiungimento del 30% dei lavori per le case unifamiliari e ha garantito l’imminente modifica del sistema di cessione dei crediti per consentire un’ulteriore cessione banca-correntista già prima del quarto passaggio. Ancora però non ci sono chiari i motivi per cui Poste Italiane non abbia riaperto l’acquisto dei crediti d’imposta. Una beffa per migliaia di imprese che hanno fatto lo sconto in fattura e che rischiano di restare prive di liquidità. Ci aspettiamo che il Governo intervenga con urgenza per sbloccare questa assurda situazione!

Back to top