Dal 1° novembre i voli in continuità territoriale da Trapani e Comiso

Dal 1° novembre i voli in continuità territoriale da Trapani e Comiso

Dal 1° novembre i voli in continuità territoriale da Trapani e Comiso 1920 1080 Vincenzo Maurizio Santangelo

Dal primo novembre partiranno i primi voli in continuità territoriale dalla Sicilia.

Si tratta di un importante risultato, reso possibile anche grazie all’impegno del governo Conte, che permetterà agli abitanti dell’Isola di viaggiare da e verso tante città italiane a prezzi calmierati e alla portata di tutti.

La continuità territoriale prevede, infatti, un prezzo fisso del costo dei biglietti di viaggio per tutto il periodo dell’anno, in modo che le tariffe non subiscano aumenti, soprattutto in occasione delle festività. Oltre al basso costo, le rotte in continuità territoriale comportano anche altri vantaggi, come il rimborso totale del biglietto o il cambio nome e data senza penali, un bagaglio in stiva fino a 27 chilogrammi, un bagaglio a mano di 7 chilogrammi e un articolo aggiuntivo di piccole dimensioni come borsa da donna/zainetto.

È un bel segnale – prosegue Santangelo – che una misura così importante per tutti i cittadini siciliani arrivi proprio durante il difficile periodo che stiamo attraversando a causa del Covid. Le nuove rotte in continuità territoriale ridurranno sin da subito i costi di viaggio soprattutto per quei cittadini che devono spostarsi per motivi di lavoro, studio o salute da e verso la Sicilia.

Inoltre, a queste agevolazioni si aggiungeranno presto anche le “tariffe sociali” per i collegamenti tra Catania e Palermo e il resto del Paese grazie ai fondi stanziati con la legge di bilancio per il 2020, che permetteranno di acquistare i biglietti da questi scali con uno sconto del 40%. La continuità territoriale per la Sicilia è un tema di cui si parla da anni, ma è solo adesso, anche grazie al fondamentale contributo del MoVimento 5 Stelle al Governo, che vede finalmente la luce.

Share
Back to top