Decreto Rilancio: le principali modifiche in Parlamento

Decreto Rilancio: le principali modifiche in Parlamento

Decreto Rilancio: le principali modifiche in Parlamento 1920 1080 Vincenzo Maurizio Santangelo

Giovedì 16 luglio in Senato abbiamo approvato in via definitiva il Decreto Rilancio. Un provvedimento epocale adottato non solo come risposta immediata all’emergenza sanitaria ed economica, ma soprattutto al fine di porre le basi per la rinascita del nostro Paese!

Nel corso dell’iter parlamentare di conversione in legge, sono stati approvati diversi emendamenti grazie ai quali è stato ulteriormente migliorato il testo iniziale del provvedimento.

Ecco un elenco di quelli più importanti.

Emendamenti 1.9 e 1.79: Possibilità per le Asl di conferire incarichi di lavoro autonomo a psicologi per sostenere le implicazioni psicologiche e dei bisogni delle persone conseguenti alla pandemia COVID-19;

Emendamento 1.010: 20 milioni di euro per l’attivazione di ulteriori borse di studio destinate ai medici che partecipano ai corsi di formazione specifica in medicina generale;

Emendamento 2.1: Consente alle Regioni di riconoscere al personale medico-sanitario un premio non superiore a 2.000 commisurato al servizio effettivamente prestato nel corso dello stato di emergenza da COVID-19;

Emendamenti 1.03 e altri: Stabilizzazioni precari della sanità consentendo assunzioni di coloro che abbiano maturato almeno 3 anni di esperienza nell’amministrazione che bandisce il concorso fino al 31 dicembre 2020 (prima era previsto fino al 31 dicembre 2019);

Emendamento 5.08: Istituito un nuovo corso di specializzazione in medicina e cure palliative;

Emendamenti 8.1 e altri: A partire dal 1 ottobre 2020, le Regioni potranno affidare alle farmacie, in regime di distribuzione per conto (dispensazione da parte delle farmacie di farmaci acquistati dalle Asl) la distribuzione di medicinali finora erogati esclusivamente e direttamente dalle strutture pubbliche, destinati al trattamento dei pazienti in assistenza domiciliare, residenziale e semiresidenziale o consegnati al momento della dimissione ospedaliera al fine di garantire la copertura del primo ciclo di terapia.

Emendamento 8.4: L’Agenzia italiana del farmaco con propria determina individua l’elenco dei medicinali erogati in regime di distribuzione diretta da parte delle strutture pubbliche per cui ritenga che le funzioni di appropriatezza e controllo dei profili di sicurezza possano essere svolte attraverso Piani terapeutici.

Emendamento 17.01: Estende fino al 31 dicembre 2020 la sospensione dell’esecuzione degli sfratti di immobili ad uso abitativo e non abitativo, già prevista fino a settembre dal decreto Cura Italia;

Emendamento 18.01: Rifinanziamento fondo vittime reati mafiosi e di usura ed estensione dello stesso anche alle vittime dei reati di violenza sessuale e di omicidio;

Emendamenti 25.209 e altri: Contributi a fondo perduto per le imprese operanti nei settori ricreativo e dell’intrattenimento, nonché dell’organizzazione di feste e cerimonie.

Emendamento 26.019: Incremento Fondo per la prevenzione del fenomeno dell’usura di ulteriori 10 milioni di euro;

Emendamenti 29.2 e altri: 20 milioni di euro destinati al sostegno degli affitti degli studenti fuori sede con ISEE inferiore a 15mila euro;

Emendamento 38.020: Semplificazione transitoria nella redazione dei bilanci societari;

Emendamento 44.15: Riconosce dei contributi per la rottamazione dei vecchi veicoli e il contestuale acquisto di veicoli poco inquinanti. In particolare, in caso di acquisto di nuovo veicolo con contestuale rottamazione di un veicolo immatricolato prima del 1° gennaio 2010 è previsto uno sconto di almeno 2.000 euro. In caso di acquisto di un veicolo in assenza di rottamazione il contributo sarà pari ad almeno 1.000 euro.

Emendamenti 44.026 e altri: Incentivi per l’acquisto di motoveicoli elettrici o ibridi pari al 30% del prezzo di acquisto fino a un massimo di 3.000 euro. Oppure pari al 40% del prezzo di acquisto fino a un massimo di 4.000 euro, in caso di consegna per la rottamazione di un veicolo di categoria euro 0, 1, 2, 3;

Emendamento 46.03: Credito d’imposta alle piccole e medie imprese per i danni prodotti dall’annullamento o dalla mancata partecipazione a fiere e manifestazioni commerciali in Italia;

Emendamento 48.08: Credito d’imposta per le imprese operanti nell’industria tessile, della moda, calzature e pelletteria pari al 30% del valore delle rimanenze finali in magazzino;

Emendamento 66.02: Introduce disposizioni di semplificazione dei procedimenti per l’importazione e la validazione di mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuale;

Emendamento 68.137: Consente di anticipare la fruizione delle ulteriori 4 settimane di cassa integrazione in deroga anche per periodi decorrenti antecedentemente al 1° settembre 2020. Resta ferma la durata massima di 18 settimane;

Emendamento 81.9: Estende la proroga dell’efficacia del DURC in scadenza per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dell’emergenza sanitaria;

Emendamenti 83.1 e altri: Riconosce, fino alla cessazione dello stato di emergenza, il diritto allo smart working a tutti quei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio in ragione dell’età, immunodepressione o che hanno subito gravi patologie;

Emendamento 89.04: Stanzia 46 milioni di euro per il 2020 al fine di ottemperare alla sentenza della Corte costituzionale che ha riconosciuto l’adeguamento del trattamento pensionistico nei confronti dei soli invalidi civili totali, indipendentemente dal requisito dell’età pari o superiore a 60 anni.

Emendamenti 93.44 e altri: Proroga il termine dei contratti di lavoro di apprendistato e dei contratti di lavoro a tempo determinato (anche se in somministrazione) per una durata pari al periodo di sospensione dell’attività lavorativa in conseguenza dell’emergenza sanitaria;

Emendamento 104.11: Stanzia 5 milioni di euro per il 2020 destinati al Servizio sanitario nazionale per l’erogazione di protesi a tecnologia avanzata per gli arti inferiori e superiori;

Emendamenti 105.2 e altri: Modifica l’articolo 105 prevedendo che i fondi ai Comuni per finanziare i centri estivi diurni possano essere utilizzati per attività di bambini e bambine di età compresa fra 0 e 16 anni, per i mesi da giugno a settembre 2020;

Emendamento 105.037: Incrementa di 4 milioni di euro per il 2020 il Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità al fine di finanziare politiche per la prevenzione e il contrasto della violenza sull’orientamento sessuale e all’identità di genere e per il sostegno delle vittime. A tal fine è istituito uno speciale programma di assistenza legale, psicologica sanitaria e sociale a tali vittime;

Emendamento 105.028: Incrementato di 3 milioni di euro il Fondo per il reddito di libertà per le donne vittime di violenza;

Emendamento 105.025: Istituisce un contributo fino a 200 euro per le spese sostenute per la frequenza delle lezioni di musica dei figli minori di 16 anni già iscritti al 23 febbraio 2020 a scuole di musica dei nuclei familiari con ISEE non superiore a 30.000 euro;

Emendamento 106.19: Vista l’incertezza sulla quantità delle risorse disponibili per gli enti locali, viene modificato l’articolo 107, comma 2 del DL Cura Italia, prevedendo un ulteriore differimento fino al 30 settembre 2020 del termine per la deliberazione del bilancio di previsione di cui all’art. 151, co. 1, d.lgs. 267/2000. Inoltre, viene differito al 30 settembre anche il termine per adottare la deliberazione di controllo a salvaguardia degli equilibri di bilancio ex art. 193, co. 2 Tuel. Limitatamente al 2020 vengono prorogati dal 14 ottobre al 31 ottobre e dal 28 ottobre al 16 novembre i termini previsti dall’articolo 13, co. 15-ter DL 201/2011 e dall’articolo 1, co. 762 e 767 L. 160/2019. Infine, per l’esercizio 2021 il termine per la deliberazione di bilancio di previsione (art. 151, co. 1 Tuel) è differito dal 31 dicembre 2020 al 31 gennaio 2021;

Emendamento 106.028: Istituito nello stato di previsione del Ministero dell’interno un fondo di 20 milioni per il 2020 in favore dei comuni in stato di dissesto finanziario alla data del 15 giugno 2020. Le risorse sono destinate per il 50% alla realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria di immobili comunali da assegnare alla Polizia o all’Arma dei carabinieri e per la restante quota del 50% ai comuni in stato di dissesto i cui organi sono stati sciolti per infiltrazioni mafiose (art. 143 Tuel). Il fondo sarà ripartito con decreto del Ministero dell’interno da adottare, previa intesa in sede di Conferenza Stato-città entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione, sulla base della popolazione residente al 31 dicembre 2018;

Emendamenti 112.13 e altri: Istituito presso il Ministero dell’interno un Fondo di 40 milioni di euro per il 2020 per il finanziamento di interventi di sostegno di carattere economico e sociale in favore dei comuni particolarmente colpiti dall’emergenza sanitaria che non beneficiano della sospensione del pagamento della quota capitale in scadenza nel 2020 di cui all’art. 112 DL 18/2020. Il riparto delle risorse avverrà entro 30 giorni con decreto del Ministero dell’interno e si terrà conto della popolazione, delle eventuali zone rosse e dell’incidenza sulla popolazione del numero dei casi di contagio e dei decessi. L’emendamento prevede inoltre, che per l’anno 2020, in caso di esercizio provvisorio, siano autorizzate le variazioni al bilancio adottate dagli organi esecutivi degli enti locali trasferite agli stessi enti ai sensi di norme di legge per fronteggiare l’emergenza. Per il 2020 non si applica alle risorse trasferite agli enti locali l’art. 158 Tuel;

Emendamento 114.06: Il termine di 30 giorni previsto dal comma 5 dell’art. 243-quater del d.lgs. 267/2000 per impugnare la delibera di approvazione o di diniego del piano di riequilibrio finanziario pluriennale in scadenza dall’8 marzo 2020 fino al termine dell’emergenza, inizia a decorrere dal 1° gennaio 2021;

Emendamento 118.30: Nel rispetto dei principi di risanamento della finanza pubblica e del contenimento delle spese si prevede la possibilità, a partire dalla data di entrata in vigore della legge di conversione, per le regioni a statuto ordinario, province, città metropolitane e comuni strutturalmente deficitari o sottoposti alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale o in dissesto, di riattivare e portare a termine eventuali procedure concorsuali sospese, annullate o revocate per motivi di interesse pubblico connessi alla razionalizzazione della spesa a seguito dell’acquisizione della condizione di dissesto finanziario o dell’adesione alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale;

Emendamento 118.024: Possibilità per gli enti territoriali di stabilire una riduzione fino al 20% delle aliquote e delle tariffe delle proprie entrate tributarie e patrimoniali, a condizione che il contribuente accetti il pagamento con addebito diretto su conto corrente bancario o postale;

Emendamento 119.047: Proroga ulteriormente, fino al 31 ottobre 2020 il termine previsto dall’art. 30, co. 5 per l’inizio dell’esecuzione dei lavori per gli interventi di efficientamento energetico e di sviluppo territoriale sostenibile dei Comuni finanziati dalla c.d. Norma Fraccaro (art. 30 DL 34/2019);

Emendamento 121.16: Prevede diverse modifiche volte a chiarire l’ambito applicativo del credito d’imposta. Prevista la possibilità di cessione del credito d’imposta al momento di ciascuno stato di avanzamento dei lavori;

Emendamento 125.17: Estende il credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto di DPI anche alle strutture ricettive extra alberghiere a carattere non imprenditoriale;

Emendamenti 126.12 e altri: Incrementa di 4 milioni di euro il Fondo di solidarietà per le vittime di estorsione;

Emendamento 157.6: Esclude le entrate degli enti locali dalla sospensione generale prevista per gli atti di accertamento, contestazione, irrogazione delle sanzioni, recupero crediti;

Emendamento 157.7: Estende fino al 31 dicembre 2021 la validità dei documenti di riconoscimento (prima prevista fino al 31 agosto);

Emendamento 164.2: Consente ai Comuni di acquistare a un prezzo abbattuto del 30% rispetto al valore di mercato gli immobili in dismissione degli enti pubblici per fronteggiare l’emergenza abitativa. Si tratta di unità immobiliari a uso residenziale o attualmente abitate da persone in condizioni di disagio economico che non possono esercitare il diritto di opzione previsto dalla legge per l’acquisto. In questo modo il comune può sostituirsi a loro e acquistare questi immobili e assegnarli ai soggetti più bisognosi;

Emendamento 177.16: Estende l’esenzione IMU turismo anche agli immobili rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni;

Emendamento 181.31: Esonera dal pagamento della TOSAP anche gli ambulanti per i soli mesi di marzo e aprile 2020. Per ristorare le mancate entrate dei Comuni si prevede un fondo di 12,5 milioni per il 2020 che sarà ripartito con decreto del Ministro dell’interno da adottare entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione;

Emendamenti 181.17 e altri: si prevede il rinnovo delle concessioni di posteggio per l’esercizio del commercio su aree pubbliche in scadenza entro il 31 dicembre 2020 per ulteriori 12 anni, previa verifica dei requisiti di onorabilità e professionalità prescritti;

Emendamento 182.81 e altri: Ai fini di rilanciare il settore turistico, viene previsto il divieto per le amministrazioni competenti di avviare o proseguire a carico dei concessionari procedimenti amministrativi per il rilascio o l’assegnazione delle aree oggetto di concessione;

Emendamento 182.78: Al fine di promuovere il turismo culturale, vengono riconosciuti agli studenti iscritti ai corsi di laurea, master o dottorato presso università e istituzioni di alta formazione, viaggi treni gratis per un mese a scelta del 2020 e l’ingresso a titolo gratuito nei musei, monumenti, gallerie del territorio nazionale. Le disposizioni attuative saranno emanate con decreto del MIT entro 60 giorni dalla legge di conversione;

Emendamento 182.107: Estende la durata dei voucher per il rimborso del titolo di viaggio o di soggiorno da 1 anno a 18 mesi.

Emendamenti 199.15 e altri: Istituisce un Fondo di 10 milioni per il 2020 presso il MIT destinato a compensare le autorità di sistema portuale, nel limite di 5 milioni per i mandati introiti e le restanti a compensare le imprese di navigazione operanti con navi minori nel settore del trasporto turistico di persone che dimostrino di aver subito un calo di fatturato di almeno 20% dal 1° febbraio e il 31 luglio 2020, rispetto allo stesso periodo del 2019;

Emendamento 200.07: Istituito un fondo di 5 milioni per il 2020 presso il MIT destinato a concedere dei buoni viaggio per le persone a mobilità ridotta residenti nei capoluoghi di provincia per la spesa sostenuta per spostamenti con TAXI e NCC;

Emendamento 218.05: Autorizza la spesa di 30 milioni di euro per il 2020 per il sostegno delle associazioni sportive dilettantistiche;

Emendamento 220.03: Incrementa di 20 milioni per il 2020 il fondo per il pagamento delle prestazioni professionali in ambito di giustizia;

Emendamento 221.2: Sospende il decorso del termine per proporre querela dal 9 marzo al 31 maggio 2020;

Emendamento 222.25 e altri: Esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali dal 1 gennaio 2020 al 30 giugno 2020 per tutte le imprese agricole, della pesca e dell’acquacoltura;

Emendamento 227.10: 2milioni di euro per il 2020 per rafforzare la tutela degli ecosistemi marini delle aree protette (rifinanziata la legge 979/1982 sulla tutela del mare);

Emendamento 229.27: Incrementate di 20 milioni le risorse per il bonus biciclette;

Emendamento 229.11: Istituito un fondo di 20 milioni presso il MIT destinato ai comuni interessati al ristoro delle imprese esercenti i servizi di trasporto scolastico delle perdite di fatturato subite a causa dell’emergenza sanitaria. Il riparto delle risorse avverrà tramite decreto MIT entro 60 giorni dalla legge di conversione;

Emendamenti 229.038 e altri: Introduce disposizioni per assicurare il corretto smaltimento dei dispositivi di protezione individuale;

Emendamento 230.7: Prevede un contratto aggiuntivo a tempo determinato fino al 31 dicembre 2020 per i collaboratori scolastici assunti a tempo parziale;

Emendamento 230.041: consente l’assunzione 1000 assistenti tecnici per garantire la funzionalità della strumentazione informatica nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado;

Emendamento 231.011: Introduce misure per la ripresa dell’attività didattica in presenza consentendo al Ministro dell’istruzione di adottare un’ordinanza al fine di autorizzare i dirigenti scolastici a derogare al numero minimo e massimo di alunni per classe, attivare ulteriori incarichi temporanei di personale docente e amministrativo a tempo determinato, prevedere per l’anno scolastico 2020/2021 la conclusione degli scrutini entro il termine delle lezioni;

Emendamento 241.2: Chiarisce che la riprogrammazione dei fondi previsti dal Fondo di Sviluppo e Coesione debba essere effettuata prevedendo l’80% delle risorse alle aree del Mezzogiorno e il restante 20% per le aree del Centro-Nord. L’articolo 241 del DL rilancio ha infatti previsto che per gli anni 2020 e 2021 le risorse FSC possano essere destinate ad ogni tipologia di intervento a carattere nazionale, regionale o locale connessa a fronteggiare l’emergenza sanitaria, economica e sociale;

Emendamento 243.4: Prevede che a valere sul Fondo per lo sviluppo e la coesione, programmazione 2014-2020 (art. 1, co. 6 L. 147/2013), un importo di 3 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021-2023 sia destinato in via sperimentale da parte dei comuni presenti nelle aree interne al finanziamento di borse di studio per “dottorati comunali”. I dottorati comunali sono finalizzati alla definizione, attuazione, studio e monitoraggio di strategie locali volte allo sviluppo sostenibile in coerenza con l’Agenda 2030 dell’ONU (transizione ecologica, contrasto delle disuguaglianze, potenziamento delle capacità amministrative);

Emendamento 245.07: Potenzia la misura “Resto al Sud” aumentando da 50mila a 60mila euro l’importo massimo del finanziamento e innalzando dal 35 al 50% l’importo del finanziamento concesso a fondo perduto;

Emendamenti 260.04 e altri: Consente l’assunzione dei 455 Aspiranti Allievi Agenti idonei della Polizia di Stato.

Share
Back to top