La mia settimana #109

La mia settimana #109

La mia settimana #109 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si chiude oggi un’altra intensa settimana parlamentare. La scorsa si è chiusa con un grande weekend per tutti i nostri attivisti con la prima edizione del Villaggio Rousseau interamente digitale. È stato un evento innovativo, con tantissimi tavoli di lavoro e numerosi spazi di formazione e partecipazione.

Come delegato per il coordinamento degli Enti locali, ho deciso di organizzare uno spazio formativo dedicato ai candidati del MoVimento 5 Stelle alle prossime elezioni amministrative sfruttando al meglio la forza della nostra comunità, un patrimonio di inestimabile valore che ognuno di noi ha il dovere di tramandare a chi verrà dopo di lui. Ho chiesto ad alcuni dei nostri sindaci in carica di raccontare il loro percorso da amministratori, i tanti ostacoli incontrati, ma soprattutto i grandi risultati raggiunti con tanto impegno e lavoro anche nei nostri territori.

È stato un bel momento di condivisione e partecipazione e per questo ringrazio ancora i sindaci che vi hanno preso parte, Maria Itria Fancello (Dorgali), Mariano Gennari (Cattolica), Raimondo Innamorato (Noicattaro), Francesco De Pasquale (Carrara) e i candidati che hanno partecipato. Un grande ringraziamento anche a tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questa inedita edizione del Villaggio Rousseau. Siamo ancora un po’ lontani, ma sempre più uniti!

Come anticipato, anche quella appena conclusa è stata una settimana molto intensa. In Aula, abbiamo approvato un ulteriore scostamento di bilancio da 25 miliardi di euro. Risorse che il Governo potrà subito utilizzare per adottare un nuovo decreto legge volto a prorogare le prossime scadenze fiscali, potenziare ed estendere la cassa integrazione, organizzare al meglio la riapertura delle scuole, fornire sostegno agli Enti Locali, alle imprese e a tutti i settori più colpiti dalla crisi.

Nella giornata di martedì abbiamo ascoltato in Aula le Comunicazioni del Presidente del Consiglio sulle ulteriori iniziative in relazione all’emergenza da Covid-19. Il Presidente Conte ha annunciato la proroga dello stato di emergenza al prossimo 15 ottobre. Il periodo più buio di questa emergenza sanitaria è un ricordo sempre più lontano, ma non possiamo permetterci di abbassare la guardia. Tanti altri paesi, anche molto vicini all’Italia, stanno ancora lottando contro questo maledetto virus. È bene chiarire che la proroga dello stato di emergenza non significa affatto tornare al lockdown. Si tratta di un atto tecnico grazie al quale il Governo avrà a disposizione gli strumenti necessari per potere intervenire con maggiore efficacia e prontezza per fronteggiare una scongiurata seconda ondata.

Nel corso della settimana, in Commissione, abbiamo lavorato intensamente sul decreto semplificazioni. Si è svolto un lungo e proficuo ciclo di audizioni utile ad approfondire diversi aspetti del testo di legge che già nella sua originaria formulazione è stato accolto con grande favore.

Con questo decreto realizziamo una forte semplificazione delle procedure previste dal Codice degli appalti, e del procedimento amministrativo. Il nostro obiettivo è quello di creare un’amministrazione efficiente e realmente a servizio del cittadino. Per questo motivo abbiamo previsto tempi certi e più brevi nell’emanazione dei provvedimenti amministrativi, il taglio della burocrazia e la piena digitalizzazione della pubblica amministrazione.

Abbiamo lavorato a lungo su diverse proposte emendative che presenteremo nei prossimi giorni al fine di migliorare ulteriormente il testo iniziale del provvedimento.

Abbiamo affrontato settimane molto impegnative, tanto è stato fatto per fronteggiare al meglio l’emergenza economica e sanitaria, ma siamo determinati a fare ancora di più, continuando a lavorare e lottare con forza ancora maggiore per la rinascita del nostro Paese!

Share
Back to top