La mia settimana #111

La mia settimana #111

La mia settimana #111 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si chiude oggi un’altra settimana di lavoro in Senato dedicata ai lavori di Commissione sul decreto semplificazioni.

Ci siamo occupati di questo importantissimo provvedimento all’esame delle commissioni riunite Affari costituzionali e Lavori pubblici, esaminando e votando la maggior parte degli emendamenti presentati.

Grazie a questo decreto sono state introdotte importanti novità per velocizzare le procedure di affidamento degli appalti e incentivare gli investimenti pubblici nelle infrastrutture essenziali per lo sviluppo del nostro Paese. Siamo intervenuti anche su diverse norme in materia edilizia, sulla disciplina del procedimento amministrativo e per favorire la completa digitalizzazione della macchina amministrativa. Interventi che consentiranno di creare finalmente una pubblica amministrazione, con meno burocrazia e a servizio di imprese e cittadini.

Proseguiremo l’esame di questo decreto anche la prossima settimana, prima in Commissione e poi in Aula, dove verrà approvato per essere trasmesso all’altro ramo del Parlamento.

Nel corso della settimana è stato anche incardinato in Commissione un altro fondamentale provvedimento, il decreto agosto, già in vigore dal giorno della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dello scorso 14 agosto.

Il decreto prevede l’importante stanziamento di altri 25 miliardi di euro, da utilizzare per proseguire e rafforzare il percorso di ripresa e di rilancio del nostro Paese.

Tante le misure messe in campo (o potenziate) in favore di lavoratori, imprese e famiglie, ma anche di alcuni dei settori più colpiti dalla crisi, come quello del turismo e della cultura. E ancora, tante agevolazioni fiscali e la riprogrammazione delle scadenze tributarie e contributive e tante misure in favore degli Enti territoriali, come l’incremento di 1,67 miliardi del fondo per l’esercizio delle funzioni fondamentali di Comuni e province.

Negli ultimi giorni abbiamo assistito a una risalita della curva dei contagi. Ciò conferma che serve ancora prudenza e dà ragione alle scelte fatte dal Governo e dalla nostra maggioranza. Tanti paesi che sono stati più permissivi nella lotta al Covid-19, adesso si trovano ancora nel pieno della fase acuta dell’emergenza sanitaria.

È stato un periodo difficile e non possiamo ancora dire di esserne usciti, soprattutto per le conseguenze economiche causate dalla pandemia. Lo abbiamo affrontato senza manuale di istruzioni come ha ben detto il nostro Presidente Conte, e come abbiamo fatto finora, continueremo a lavorare per dare risposte concrete al Paese!

A grandi passi ci avviciniamo al voto del referendum del 20 e 21 settembre sul taglio del numero dei parlamentari. Siamo a un passo dal realizzare una battaglia storica, che nonostante tutti abbiano promesso, nessuno ha mai avuto il coraggio di realizzare. Da qualche giorno la casta e l’establishment si stanno schierando contro la nostra riforma, avanzando argomentazioni infondate e ampiamente confutate. Credo proprio che dovranno rassegnarsi, perché il taglio dei parlamentari sarà una vittoria di tutti i cittadini!

Share
Back to top