La mia settimana #168

La mia settimana #168

La mia settimana #168 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si chiude oggi un’altra intensa settimana parlamentare.

Martedì in Aula abbiamo approvato il disegno di legge volto a garantire la libertà sindacale del personale militare. Si tratta di un provvedimento che mira a dare attuazione alla pronuncia della Corte Costituzionale del 2018 che ha dichiarato la parziale illegittimità costituzionale di una norma dell’ordinamento militare nella parte in cui stabilisce che i militari non possono costituire o aderire associazioni sindacali. Con questa legge – adesso attesa dall’ultimo passaggio alla Camera – saniamo questa carenza normativa e consentiamo, con determinati limiti, l’esercizio dell’attività sindacale anche ai nostri militari.

Nella seduta di mercoledì abbiamo approvato un decreto legge che ha trattato diversi temi per introdurre alcuni correttivi necessari in tema di giustizia (per uniformare il nostro ordinamento alla sentenza della Corte di Giustizia Ue del 2 marzo 2021), referendum (per prorogare i termini del deposito delle sottoscrizioni seguito dei ritardi di alcuni comuni nel fornire le certificazioni), assegno temporaneo (per prorogare il termine per la presentazione delle domande); Irap (per prorogare i termini volti a regolarizzare il versamento relativo al saldo Irap 2019 e al primo acconto 2020).

Giovedì in Aula abbiamo approvato il decreto “capienze” con il quale nelle scorse settimane sono state riaperte alcune attività come discoteche e sale da ballo, mentre altre come cinema, musei, teatri sono tornate al massimo della loro capienza. Quando pensiamo a tutte queste attività non dobbiamo pensare solo a chi ne fruisce, ma soprattutto alle migliaia di famiglie che a causa della pandemia sono rimaste prive del loro lavoro e della loro fonte di reddito.

In Commissione affari costituzionali, nel corso della settimana, abbiamo svolto prevalentemente un lavoro preparativo in vista dell’esame in Aula dei citati provvedimenti e proseguito l’esame del mio disegno di legge sulla responsabilità penale dei sindaci sul quale si arriverà a un testo unificato.

Abbiamo anche avviato l’esame sul disegno di legge di bilancio, annunciato in aula nella seduta di martedì, con conseguente avvio della sessione di bilancio. Sono tante le misure fortemente volute dal MoVimento 5 Stelle che siamo riusciti a fare introdurre nel testo iniziale della nuova Manovra, ma su alcuni temi, come il Superbonus, riteniamo che non sia stato fatto abbastanza. Proprio per questo daremo battaglia in Parlamento per ottenere un reale miglioramento di questa misura che possa consentire nell’immediato una proroga generalizzata per tutte le categorie di unità immobiliari, e a lungo termine dia certezza sui tempi di applicazione per consentire una corretta programmazione a cittadini, imprese, tecnici e fornitori!

In settimana si è verificato un fatto increscioso, che ci ha costretti a prendere una dura posizione. L’amministratore delegato della Rai, nella scelta delle nomine, ha preferito ricorrere alle vecchie logiche della vecchia politica, ma si è dimenticato del MoVimento 5 Stelle. Per questo, come annunciato, dal Presidente Conte, abbiamo deciso di non fare più sentire la nostra voce attraverso i canali del servizio pubblico, ma altrove!

Share
Back to top