La mia settimana #186

La mia settimana #186

La mia settimana #186 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

Volge al termine oggi un’altra settimana parlamentare piena di attività.

Martedì pomeriggio abbiamo approvato in via definitiva il disegno di legge rivolto a semplificare l’attività amministrativa dei piccoli comuni. Adesso i comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti non dovranno più applicare il controllo di gestione, un adempimento amministrativo che appesantiva le loro attività. Inoltre, è stato rimosso il limite che impediva ai sindaci dei comuni fino a 5.000 abitanti di svolgere tre mandati consecutivi. Si tratta di semplificazioni richieste a gran voce da tantissimi amministratori locali che si trovano quotidianamente a far fronte alle grandi difficoltà di amministrare delle piccole comunità. La legge introduce, infine, anche la regola dell’inconferibilità di incarichi amministrativi di vertice negli enti di diritto privato in controllo pubblico nei confronti dei soggetti condannati (anche con sentenza non passata in giudicata) per un delitto contro la pubblica amministrazione.

***

Nella seduta di mercoledì, dopo esserci occupati di diversi disegni di legge di ratifica di trattati e convenzioni internazionali, abbiamo approvato in via definitiva il disegno di legge per consentire l’iscrizione contemporanea a due corsi di laurea, superando un divieto ormai anacronistico in vigore – pensate – dal 1933. Chiaramente si tratta solo di un primo piccolo passo. Siamo consapevoli che occorre favorire un sistema universitario che sia in grado realmente di formare i nostri giovani in modo competitivo per il mondo del lavoro del futuro.

Sempre nel corso della seduta di mercoledì abbiamo approvato il disegno di legge delega per il sostegno e la valorizzazione della famiglia, anche chiamato Family Act. L’Italia è agli ultimi posti in Europa per tasso di natalità, un dato che costituisce un forte campanello d’allarme. L’obiettivo di questa legge delega è quello di rimuovere tutti gli ostacoli che oggi scoraggiano una coppia ad avere dei figli, impegnando il Governo a:
– istituire un assegno universale mensile per ogni figlio a carico fino all’età adulta, senza limiti di età per i figli con disabilità;
– rafforzare delle politiche di sostegno alle famiglie per le spese educative e scolastiche, e per le attività sportive e culturali;
– riformare i congedi parentali, con l’estensione a tutte le categorie professionali e congedi di paternità obbligatori e strutturali;
– introdurre incentivi al lavoro femminile, dalle detrazioni per i servizi di cura alla promozione del lavoro flessibile;

Il Governo ha dato massima disponibilità pertanto adesso ci aspettiamo che i decreti attuativi siano adottati in tempi rapidi.

***

Una buona notizia di questa settimana riguarda il via libera agli schemi di decreto di riparto dei 1,4 miliardi per la messa in sicurezza di ponti e viadotti e dei 1,37 miliardi destinati alla manutenzione straordinaria delle strade di competenza di Province e Città metropolitane. Di questi, alla Sicilia andranno oltre 121 milioni di euro per la manutenzione straordinaria delle strade e 115 milioni per la manutenzione di ponti e viadotti, le risorse destinate all’ex provincia di Trapani sono pari a oltre 11 milioni di euro per la manutenzione straordinaria delle strade e a quasi 10 milioni per la manutenzione di ponti e viadotti.

Dall’arrivo del MoVimento 5 Stelle al Governo siamo riusciti a dimostrare con i fatti di avere invertito la cattiva tendenza del passato, tornando ad investire nei nostri territori e nella sicurezza di chi viaggia.

***

Durante le riunioni di questa settimana sui nostri emendamenti al decreto Energia abbiamo ottenuto dal governo l’impegno di prorogare con il prossimo decreto di aprile la scadenza del 30% dell’avanzamento lavori entro giugno per le unifamiliari.

A fronte della nostra richiesta di una maggiore estensione della cedibilità dei crediti fiscali provenienti dai bonus edilizi abbiamo anche ottenuto la proroga al 15 ottobre dei termini per la comunicazione della cessione relativa ai lavori effettuati nel 2021. In questo modo imprese e istituti finanziari avranno più tempo per completare le procedure.

C’è stata un’apertura a una quarta cessione del credito fiscale acquisito dalle banche a tutte le imprese, ma questo emendamento non ci convince perché rischia di essere un deterrente per gli istituti di credito, prevedendo la loro responsabilità in solido sui crediti. Noi riteniamo che la quarta cessione debba essere senza condizioni!

***

Sabato pomeriggio sono intervenuto nel corso della presentazione della candidatura di Maurizio Oddo Sindaco di Erice. Un territorio che ha quanto mai bisogno di essere progettato per affrontare le sfide che lo aspettano nei prossimi anni. Credo che il Prof. Maurizio Oddo e i gruppi che lo sostengono siano le persone giuste per farlo al meglio. A Erice “uno di noi”!

Share
Back to top