La mia settimana #188

La mia settimana #188

La mia settimana #188 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

Si chiude oggi un’altra settimana piena di attività dentro e fuori dal Parlamento.

Mercoledì abbiamo votato in Aula la risoluzione sul Documento di economia e finanza, un documento di programmazione economica e di finanza pubblica in cui siamo riusciti a scongiurare la presenza di disposizioni che avrebbero aumentato la spesa militare del nostro Paese.

Al contempo non possiamo, però, dirci pienamente soddisfatti dalle misure economiche perché come tutti sapete, alla tragedia umana conseguente alla guerra in Ucraina ha immediatamente fatto seguito un’emergenza economica che sta colpendo il nostro Paese. Difronte alle difficoltà cui stanno andando incontro famiglie e imprese serve una risposta forte e decisa dall’Europa. Per questo abbiamo chiesto al presidente del Consiglio di richiedere già in occasione del prossimo consiglio europeo un recovery energy plan, cioè un intervento straordinario esattamente come avvenuto con il recovery fund in grado di renderci indipendenti dalle fonti fossili e quindi dalle forniture energetiche dall’estero favorendo il processo di transizione energetica.

Nel 2020 Giuseppe Conte riuscì in questa impresa lottando con abnegazione. Chi oggi siede al suo posto dovrebbe fare lo stesso!

***

Nel corso della seduta di giovedì abbiamo approvato in via definitiva il decreto bollette. Un provvedimento che contiene un primo pacchetto di misure per limitare gli eccessivi aumenti dei prezzi di energia elettrica e gas. Ovviamente si tratta di un primo intervento, necessario ma non sufficiente. Il governo è già intervenuto nuovamente con il decreto tagliaprezzi, ma noi continuiamo a chiedere misure straordinarie che possono essere finanziate soltanto con un nuovo scostamento di bilancio.

***

Tuttavia è bene registrare che su questo decreto siamo riusciti ad inserire importanti misure come l’istituzione della Strategia Nazionale contro la Povertà Energetica. Uno strumento grazie al quale viene facilitato il coordinamento di tutti gli interventi volti a sostenere famiglie e soggetti più fragili con misure non soltanto meramente emergenziali, ma anche strutturali. Ma anche la possibilità per l’Autorità di regolazione (Arera) che adesso, ai fini del sistema di calcolo, potrà svincolarsi dal costo di mercato e fare riferimento al costo reale di approvvigionamento della materia prima. Una modifica sostanziale che potrebbe portare a risparmi fino al 40% in bolletta.

Grazie all’approvazione di altri emendamenti siamo riusciti a prevedere altre misure volte a favorire la diffusione delle rinnovabili su autostrade e ferrovie e semplificare le procedure abilitative per l’installazione di impianti solari fotovoltaici flottanti sugli specchi d’acqua di invasi e bacini idrici.

Con il nostro intervento siamo riusciti ad inserire delle disposizioni che riducono sensibilmente la burocrazia per l’installazione di pannelli solari nelle abitazioni di tutti i cittadini, anche di quelli dei centri storici che finora hanno subito maggiori limitazioni in tal senso. Questi interventi, infatti, saranno considerati alla stregua di una manutenzione ordinaria. Uno dei tanti pregi delle energie rinnovabili, infatti, è proprio la democraticità di accesso rispetto alle fonti fossili. Grazie a queste modifiche rimuoviamo quindi taluni limiti che impedivano ad alcuni cittadini di beneficiarne.

***

Una buona notizia arrivata questa settimana riguarda le targhe e i libretti originali dei veicoli storici. Sembra essere in dirittura d’arrivo il decreto attuativo che rendere finalmente operativa la norma inserita in legge di bilancio 2021. Ho seguito l’iter da vicino e nei mesi scorsi avevo persino presentato un’interrogazione per sollecitare il Ministero. Ci sono tanti appassionati e collezionisti che finalmente potranno restituire riappropriarsi dell’originalità dei propri veicoli. E a beneficiarne saranno anche le casse dello Stato.

Anche il weekend è stato pieno di impegni sul territorio. Mi hanno raggiunto a Trapani i colleghi Agostino Santillo, Gabriele Lanzi e le colleghe Emma Pavanelli, Elisa Pirro e Gabriella Di Girolamo per una serie di importanti impegni. Venerdì abbiamo prima partecipato a un evento formativo sul Superbonus e successivamente all’incontro aperto con il nostro candidato sindaco ad Erice, Maurizio Oddo.

Sabato invece ci siamo spostati a Pantelleria dove abbiamo relazionato nel corso di un convegno pubblico sul Superbonus e sulle comunità energetiche, le due misure principali ideate dal MoVimento 5 Stelle nell’ottica del percorso di transizione energetica verso l’utilizzo di fonti rinnovabili.

Share
Back to top