La mia settimana #195

La mia settimana #195

La mia settimana #195 1280 720 Vincenzo Maurizio Santangelo

***

Si chiude oggi una settimana piena di impegni e di attività in vista delle elezioni amministrative.

Avrete visto l’accoglienza che decine di piazze, da Nord a Sud, hanno riservato al nostro Presidente Giuseppe Conte, che durante il suo tour elettorale è stato letteralmente travolto dal calore e dall’affetto della gente. Qualche tempo fa, durante un discorso in Aula, avevo detto che il Conte è stato il Presidente del Consiglio più amato dagli italiani. Credo che in questi giorni ne stiamo avendo sempre più la prova! Sappiamo che le elezioni amministrative non sono mai state un banco di prova di prova reale per misurare il consenso del MoVimento 5 Stelle, ma siamo fiduciosi che il completamento della nostra riorganizzazione interna e la bontà del progetto guidato da Giuseppe Conte potrà portare nuovo entusiasmo nei territori e convincere anche i cittadini indecisi.

***

Questa settimana dall’Europa è arrivata la buona notizia dell’accordo sulla direttiva Ue che fissa i criteri per introdurre il salario minimo a tutela della dignità dei lavoratori. Come sapete, l’Italia è rimasto uno degli ultimi sei paesi europei a non avere una legge sul salario minimo. Finché ciò non avverrà, nel nostro paese ci saranno circa 5 milioni di lavoratori con paghe da fame. Da inizio Legislatura il MoVimento 5 Stelle ha depositato una proposta che va i questa direzione, conformemente a quanto stabilito dalla nuova direttiva europea. Approviamola subito!

***

Ultimamente molti politici si sono concentrati a criticare i provvedimenti del MoVimento 5 Stelle, attaccando misure sacrosante come il reddito di cittadinanza e il superbonus, forse dimenticando che il nostro Paese sta fronteggiando un’emergenza senza precedenti.

Da settimane, migliaia di pescherecci in tutta Italia sono fermi nei porti per protesta contro gli assurdi rincari del prezzo del gasolio che ha raggiunto livelli insostenibili. A causa di questo blocco forzato della pesca, è sempre più difficile trovare pesce locale nei banconi del supermercato o nelle pescherie e anche il prezzo di tali prodotti è naturalmente aumentato con ricadute nei confronti dei consumatori finali. Proprio per questo ho depositato un’interrogazione al Ministro delle politiche agricole per chiedere l’adozione di interventi straordinari contro il caro gasolio nel settore ittico che rischia di causare la crisi di migliaia di imprese.

***

Martedì sera a Palermo, insieme al Presidente Giuseppe Conte e altri portavoce del MoVimento 5 Stelle, ho partecipato alla lezione speciale del ciclo 10 lezioni di Politica organizzate dal MoVimento. Roberto Scarpinato e Umberto Santino hanno parlato proprio di mafia e Politica. È stata una serata speciale, soprattutto per la grande partecipazione di Palermo. Una risposta importante soprattutto alle gravissime accuse di voto di scambio che proprio a Palermo hanno interessato due candidati della coalizione di centrodestra, finiti in manette negli scorsi giorni. La lotta alla mafia non deve essere soltanto un caposaldo del MoVimento, ma un patrimonio comune che deve essere coltivato ogni giorno da ogni cittadino. Per Paolo Borsellino mafia e politica o si fanno la guerra oppure si mettono d’accordo. Noi abbiamo scelto di combatterla. Ogni giorno, con ogni mezzo!

***

Giovedì ho partecipato alla trasmissione locale The Politi.com incentrata sul dibattito finale in vista delle elezioni amministrative di Erice. In questa giornata elettorale e ad urne aperte mi limiterò a dire che in questi mesi ce l’abbiamo messa tutta. Abbiamo lavorato intensamente per mettere a disposizione della città le migliori personalità e le migliori idee per un vero cambiamento.

Chiunque da fuori viene a visitare Erice rimane estasiato. Abbiamo la fortuna di abitare in questo posto meraviglioso, di viverlo tutti i giorni. È proprio per questo che abbiamo anche il dovere di amministrarlo nel migliore dei modi e di valorizzarne le immense potenzialità.

Il prof. Maurizio Oddo durante questa campagna elettorale ha dato ulteriore prova della sua alta statura morale e umana. Non si è piegato difronte alle vili intimidazioni e alle gravi scorrettezze degli avversari politici e ha dato anche prova della sua grande preparazione tecnica mettendo nero su bianco soluzioni concrete per il rilancio di Erice.

Desidero ringraziarlo perché è riuscito a dimostrare che anche nel nostro territorio è possibile fare sana politica, superando ogni divisione e mettendo al centro i temi e il bene comune.

Share
Back to top