La mia settimana #81

La mia settimana #81

La mia settimana #81 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si conclude un’altra settimana di lavori parlamentari.

Martedì è stato incardinato in Senato il disegno di legge di conversione del decreto Miur che riordina l’assetto del Governo in materia di istruzione, istituendo due distinti ministeri: il Ministero dell’Istruzione e il Ministero dell’Università e della ricerca. Il primo si occuperà del sistema dell’istruzione scolastica e dell’istruzione tecnica superiore, mentre il Ministero dell’Università avrà competenze che insistono sui sistemi della formazione superiore universitaria, dell’istruzione universitaria e della ricerca scientifica e tecnologica.
Grazie a questa riorganizzazione, che ovviamente non avrà alcun costo in più per le finanze dello Stato, ciascuno dei due Ministeri potrà valorizzare al meglio le specificità che contraddistinguono i fondamentali settori dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

Nella giornata di mercoledì abbiamo ascoltato in Aula l’Informativa del Ministro degli Affari esteri, Luigi Di Maio, sull’attuale scenario internazionale con particolare riferimento alla situazione in Iran, Iraq e Libia. Quanto accade a livello internazionale e soprattutto nel Mediterraneo ha impatto diretto sulla vita quotidiana di tutti noi. Il nostro Governo sta dando un importante contributo al fine di mettere in atto tutte le necessarie misure politiche per la risoluzione di queste gravi crisi internazionali.

LUIGI DI MAIO MINISTRO DEGLI ESTERI

Mercoledì pomeriggio, in Commissione Lavori pubblici abbiamo proseguito l’esame del disegno di legge di delega al Governo in materia di riordino del trasporto aereo. Si tratta di una legge importantissima con cui intendiamo procedere al complessivo riordino del settore del trasporto aereo. Abbiamo sempre ribadito che per uno sviluppo strutturale del territorio è necessario un processo che abbia alla base una corretta e lungimirante programmazione che sia rispettosa delle leggi e della normativa comunitaria. Il disegno di legge va nella direzione che abbiamo sempre sostenuto, incentivando la creazione di sistemi aeroportuali coordinati per garantire una più razionale ed efficace distribuzione dei flussi di traffico aereo. Obiettivo, questo, da perseguire anche con la ridefinizione della classificazione degli aeroporti presenti nel territorio nazionale al fine di valorizzare gli aeroporti secondari, che in alcune aree del nostro Paese, soprattutto del Mezzogiorno, rappresentano il mezzo di collegamento principale e in quanto tale indispensabile. Nel testo del provvedimento ha rilevanza centrale anche il potenziamento degli interventi volti allo sviluppo dell’intermodalità dei sistemi di trasporto, un fattore determinante per la competitività delle imprese e del territorio.
Nelle prossime settimane concluderemo l’esame di questo importante disegno di legge in Commissione al fine di concludere in tempi brevi l’intero iter legislativo.

Sempre nel pomeriggio di mercoledì ho avuto il piacere di intervenire in occasione del 1º Congresso nazionale dell’associazione no-profit Hands for Adoptions. Una splendida realtà, nata dall’iniziativa di alcuni giovani ragazzi animati dalla comune “missione” di fornire un indispensabile supporto a tutte le famiglie che scelgono di avviarsi al delicato percorso adottivo. Nel corso del mio intervento ho manifestato al presidente dell’Associazione, Paolo La Francesca, anche lui trapanese, la massima disponibilità a lavorare insieme al fine di rendere l’Italia, anche in tema di adozioni, uno Stato moderno e all’avanguardia per la tutela delle libertà e dei diritti fondamentali!

Giovedì mattina abbiamo votato in Aula il nuovo calendario dei lavori, che fissa per la prossima settimana, che precede le elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria, le attività della Commissione Lavori pubblici nell’esame del disegno di legge di conversione del decreto Alitalia. Un provvedimento urgente e necessario per risollevare una volta per tutte le sorti della nostra compagnia di bandiera.

Al termine della seduta d’Aula è stata annunciata la presentazione dell’interrogazione a mia prima firma indirizzata al Ministro Franceschini con l’intento di richiedere l’intervento del Ministero dei Beni culturali sulle opere realizzate dallo scultore Pietro Consagra nella Nuova Gibellina. Alcuni manufatti, di particolare pregio artistico versano, infatti, in stato avanzato di degrado. È necessario, quindi, intervenire a tutela di queste opere che rappresentano un immenso patrimonio cultura preservando la memoria della comunità e del territorio della Valle del Belice.

Nel pomeriggio, invece, ho partecipato alla seduta della Giunta per il Regolamento del Senato, proseguita poi nella mattinata di venerdì, chiamata a pronunciarsi su una questione molto tecnica prevista dal regolamento in tema convocazione della Giunta delle immunità parlamentari in vista del voto sulla domanda di autorizzazione a procedere nei confronti dell’ex ministro Salvini.

Venerdì pomeriggio si è tenuto l’evento organizzato dal MoVimento 5 Stelle di Trapani dal titolo “LA RIFORMA DEI RIFIUTI – Prospettive e criticità”. Abbiamo parlato del sistema dei rifiuti e della loro corretta gestione. Un tema che riguarda in primo luogo l’ambiente, la nostra prima stella. La Sicilia, purtroppo, è ancora molto indietro: il sistema dei rifiuti non ha mai avuto una gestione ordinaria. Possiamo e dobbiamo cambiare perché la corretta gestione dei rifiuti rappresenta prima di tutto una battaglia di civilità!

Share