La mia settimana #86

La mia settimana #86

La mia settimana #86 Vincenzo Maurizio Santangelo

Si chiude oggi un’altra settimana parlamentare piena di attività.

Martedì ho partecipato alla mia prima seduta in qualità di nuovo membro della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza.

Abbiamo esaminato la proposta di relazione che la Commissione deve presentare alle Camere riguardo l’attività svolta nel corso dell’anno precedente.
Il ruolo di questo organismo è davvero fondamentale.
Pensate che nel 2019 la Commissione si è occupata di tantissimi temi molto delicati e complessi, come la diffusione di bullismo e cyberbullismo; la violenza sui minori, specialmente quella domestica; l’accesso alle origini biologiche dell’adottato; le problematiche connesse alla circoncisione rituale minorile; le dipendenze patologiche dei minori da alcool, droga e tabacco; il trasporto scolastico; la vita all’interno delle strutture detentive per i minori figli di madri detenute e tanto altro.

Su tutte queste problematiche la Commissione ha acquisito tanto materiale, che ha permesso di valutare tutte le criticità e di avanzare numerose proposte migliorative delle nostre leggi in tema di infanzia e adolescenza.

Nel corso della seduta abbiamo anche ascoltato in audizione Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese che ha riportato dati molto significativi sui casi di violenza tra i minori e ai danni di bambini e adolescenti.

Martedì pomeriggio ho partecipato alla seduta della Commissione Affari costituzionali, dove sono state svolte le audizioni sul disegno di legge n. 1144 riguardante il distacco dei Comuni di Montecopiolo e Sassofeltrio dalla Regione Marche con aggregazione alla regione Emilia-Romagna e del disegno di legge costituzionale n. 388 contenente disposizioni volte a stabilire delle priorità nei procedimenti di indagine ai fini dell’esercizio dell’azione penale.

Mercoledì mattina in Aula è intervenuto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per le Comunicazioni in vista del Consiglio europeo straordinario del 20 febbraio.
Con la risoluzione approvata abbiamo chiesto l’impegno del Governo a proseguire l’azione negoziale per arrivare a definire un bilancio europeo che sia all’altezza delle sfide che ci attendono nei prossimi anni: dalla politica di coesione economica e sociale, ai necessari investimenti per la crescita economica, la competitività delle nostre imprese, passando per il Green deal, la ricerca, l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, la sicurezza e la gestione dei fenomeni migratori.

Nel pomeriggio, invece, è stato avviato in Aula l’esame del decreto intercettazioni, approvato poi con il voto finale di giovedì mattina. Un provvedimento che ha l’obiettivo di potenziare questo fondamentale mezzo di indagine per il perseguimento dei reati più gravi, creando un sistema moderno e digitalizzato in grado di garantire maggiore equilibrio tra l’esigenza delle indagini, la tutela della riservatezza e il diritto di difesa.

Questa legge, che ha trovato grande consenso soprattutto tra i soggetti direttamente interessati nell’applicazione pratica del provvedimento, ascoltati in Commissione nelle scorse settimane, porterà ad un miglioramento, in fase di indagini, delle attività di intercettazione, compresa la custodia e la gestione dei dati intercettati e trascritti, sempre nel massimo rispetto di tutte le garanzie difensive.

La seduta d’Aula di giovedì si è poi conclusa con l’approvazione del disegno di legge sul trasferimento di alcune aree demaniali del Comune di Chioggia e con le interrogazioni a risposta immediata in presenza del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio e del Ministro della Pubblica amministrazione Fabiana Dadone.

La prossima settimana arriverà in Senato per il voto definitivo il decreto “Milleproroghe”. Si tratta di un provvedimento contenente tantissime norme importantissime per i cittadini, come le assunzioni di personale nelle forze di polizia, e nelle pubbliche amministrazioni, gli aiuti per le ex province siciliane in crisi, le norme per accelerare le nomine dei commissari straordinari per la viabilità siciliana e per le opere infrastrutturali più importanti per il nostro Paese e tanto altro ancora.

Come sempre, vi terrò aggiornati!

Share