Sicurezza pescatori mazaresi: massima priorità per la Farnesina

Sicurezza pescatori mazaresi: massima priorità per la Farnesina

Sicurezza pescatori mazaresi: massima priorità per la Farnesina 1079 605 Vincenzo Maurizio Santangelo

Durante l’informativa in Senato di questo pomeriggio, il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha fornito importanti chiarimenti sulla situazione nelle acque libiche di particolare interesse per i pescatori di Mazara del Vallo. Il Ministro ha confermato che la questione della sicurezza delle acque libiche rappresenta la priorità per la Farnesina che pone in primo piano l’incolumità e i diritti dei pescatori che lavorano prevalentemente in quel tratto di mare.

La Comunità internazionale, le Nazioni Unite e quindi anche il nostro Paese, stanno seguendo con massima attenzione il percorso di transizione istituzionale che dovrebbe condurre alle elezioni entro fine anno e alla conseguente stabilizzazione politica del Paese. Nel frattempo, però, siamo riusciti a rafforzare la presenza delle istituzioni italiane in tutte le Regioni del Paese, tramite diverse iniziative, tra tutte la riattivazione del nostro Consolato a Bengasi.

Il grave episodio dello scorso 6 maggio, conferma però che la zona delle acque territoriali libiche cui operano i nostri pescherecci resta ancora molto pericolosa. Proprio per questo, condivido il percorso avviato dal Ministro Di Maio che prevede da un lato l’avvio di un negoziato per favorire accordi commerciali e consentire ai nostri pescatori di lavorare in sicurezza in quelle acque. Nel frattempo però occorre prevedere misure economiche necessarie e urgenti volte a sostenere quelle categorie di pescatori ed armatori che subiscono direttamente le conseguenze di questa situazione.

Share
Back to top