Tutte le misure contenute nella manovra di Bilancio

Tutte le misure contenute nella manovra di Bilancio

Tutte le misure contenute nella manovra di Bilancio 1920 1080 Vincenzo Maurizio Santangelo

In questi giorni il Parlamento è stato impegnato con l’esame della Legge di Bilancio per il 2021. Oggi arriverà il voto finale della Camera dei Deputati, e nei primi giorni della prossima approveremo questo importante disegno di legge anche in Senato.

Ecco alcune delle misure più importanti contenute in favore di partite IVA, autonomi, imprese, lavoratori e cittadini:

– Oltre ad aver previsto l’anno bianco contributivo per i lavoratori autonomi, si è intrapreso un percorso per riconoscere a questi lavoratori gli stessi diritti dei lavoratori dipendenti. In particolare, già dal 2021 sarà istituito l’ISCRO: un ammortizzatore sociale destinato ai lavoratori autonomi. Si tratta di un’indennità di 6 mesi che potrà arrivare fino a 800 euro, erogata dall’INPS ai titolari di partita IVA che registreranno un calo di fatturato di almeno il 50% rispetto alla media del fatturato del triennio precedente. Indennità che puntiamo ad allargare a tutti i lavoratori autonomi e liberi professionisti, compresi quelli appartenenti agli ordini professionali;

Proroga della Cassa integrazione Covid per altre 12 settimane, fino al 31 marzo 2021 o in alternativa l’esonero totale dal pagamento dei contributi previdenziali per i datori di lavoro che non vi facciano ricorso;

Blocco dei licenziamento fino al 31 marzo 2021;

–  Credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro prorogato per altri 6 mesi;

Esenzione prima rata IMU 2021 per i settori del turismo e dello spettacolo;

Sgravi per l’assunzione di giovani under 35, per le donne disoccupate e per le imprese del Mezzogiorno;

– Semplificazioni alla nuova Sabatini per incentivare gli investimenti negli anni a venire;

Conferma del taglio del cuneo fiscale: per i redditi da 8.200 euro a 26.600 euro: che già percepivano gli 80euro mensili, l’aumento sarà di ulteriori 20 euro al mese; per i redditi da 26.600 euro a 28.000 euro l’aumento sarà di 100 euro al mese; per i redditi oltre 28.000 euro e fino a 35.000 euro: si applica una detrazione fiscale da 480 euro a 80 euro per i redditi fino a 35mila euro; a chi percepisce un reddito tra 35.000 euro e 40.000 euro spetta una detrazione fiscale da 80 euro fino ad azzeramento per i redditi fino a 40mila euro;

Conferma del Reddito e della pensione di Cittadinanza;

– Istituito un nuovo assegno unico figli a carico dal 1° luglio 2021;

– Prorogato il bonus asilo nido e il bonus bebè: l’assegno unico universale da 80 euro, 120 euro e 160 euro mensili in base al reddito Isee, destinato a tutti i nuovi nati da gennaio 2021 a prescindere dal reddito familiare;

Detrazioni per i figli disabili fino a 1.350,00 euro (per ciascun figlio) e fino a 1.550,00 euro (per ciascun figlio) in presenza di più figli;

Congedo di paternità che passa da 7 a 10 giorni;

– Prorogate le agevolazioni fiscali legate alle abitazioni: bonus ristrutturazioni; bonus mobili ed elettrodomestici; bonus facciate; ecobonus; bonus verde;

Bonus smartphone: che prevede la possibilità per chi ha un reddito ISEE inferiore a 20.000 euro e si trova nei nuclei familiari che non risultano già intestatari di un contratto di connessione a internet e di un abbonamento di telefonia mobile, di ottenere uno smartphone in comodato d’uso;

– Introdotto anche il bonus televisione e il bonus occhiali;

Grazie a diversi emendamenti approvati in prima lettura alla Camera dei Deputati, sono state introdotti ulteriori miglioramenti al testo iniziale. In particolare:

– Prorogato il Superbonus al 110% fino al 2022;

– introdotte maggiori detrazioni fiscali per le spese veterinarie, con il limite che si eleva da 500 a 550 euro;

– contributo a fondo perduto, per l’anno 2021, al locatore di immobili siti nei comuni ad alta tensione abitativa e che siano abitazioni principali del locatario, a patto di ridurre il canone del contratto di locazione;

Bonus idrico fino a 1.000 euro per coloro che cambieranno sanitari e rubinetteria fino al 31 dicembre 2021;

– Confermato il contributo statale per l’acquisto di autoveicoli nuovi a ridotte emissioni di Co2;

Aumentano le agevolazioni per il Mezzogiorno. Per le imprese che intraprendono una nuova iniziativa economica nelle Zone economiche speciali (ZES) istituite ai sensi decreto-legge 20 giugno 2017, n. 91, si prevede la riduzione dell’imposta sul reddito derivante dallo svolgimento dell’attività nella zona economica speciale del 50% a decorrere dal periodo d’imposta nel corso del quale è stata intrapresa la nuova attività e per i sei periodi d’imposta successivi;

– Aumenta la platea dei beneficiari della misura Resto al Sud: adesso si potrà accedere fino a 55 anni!

– Istituito il Fondo per il sostegno della parità salariale di genere

– Istituito presso il Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo, un Fondo con una dotazione di 1,5 milioni di euro per ciascun anno del triennio 2021-2023, per incentivare la ripresa dei flussi turistici di ritorno;

– Istituito presso la Presidenza del Consiglio, un Fondo, con una dotazione di 4 milioni di euro per l’anno 2021, per la tutela e valorizzazione delle aree di interesse archeologico e speleologico, anche per la loro fruizione pubblica;

Share
Back to top